Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

Vaccini anti covid, Chiarelli (Sip Abruzzo): "Fatto solo dall'8% dei bambini"

A fornire il quadro della situazione è Francesco Chiarelli, presidente della Società italiana di pediatria della regione Abruzzo

In Abruzzo solo l'8% dei bambini dai 5 agli 11 anni si è vaccinato contro il Covid-19.
A scriverlo, come riferisce l'agenzia Dire, è Francesco Chiarelli, presidente della Società italiana di pediatria della regione Abruzzo.

Questi i dati, come segnala Chiarelli: «A oggi solo l'8% dei bambini da 5 a 11 anni ha eseguito entrambe le dosi e solo il 29% le prime dosi. La percentuale è ancora troppo bassa e pone i bambini a rischio elevato di contrarre l'infezione e avere conseguenze gravi per Covid-19».

Chiarelli, in una nota scritta a nome del consiglio direttivo della stessa, ribadisce l'importanza della vaccinazione sui bambini e rassicura sul perché sia necessario farlo, ricordando le motivazioni adottate e approvate dalla Società italiana di pediatria a livello nazionale, a cominciare dal fatto che, proprio il vaccino, è lo strumento più efficace e sicuro per contrastare la diffusione del Covid che non risparmia i più piccolini causando, in casi certamente rari ma possibili, una patologia grave come la sindrome infiammatoria multisistemica (Mis-C), che può richiedere anche il ricovero in terapia intensiva. I più piccoli, tra l'altro, si legge nel documento della Società italiana pediatria, non sono esenti neanche dalle conseguenze della malattia, il cosiddetto long-covid. Tra le tante ragioni anche il fatto che «lo sviluppo dei vaccini nei bambini tra 5 e 11 anni- si legge nel documento- non ha "saltato" nessuna delle fasi di verifica dell'efficacia e della sicurezza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti covid, Chiarelli (Sip Abruzzo): "Fatto solo dall'8% dei bambini"
IlPescara è in caricamento