rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità Manoppello

Ultimo incontro sul raddoppio ferroviario Pescara - Roma: spazio al progetto alternativo ed alla questione espropri [FOTO]

Si è tenuto oggi 17 marzo l'ultimo incontro - dibattito pubblico riguardante il progetto di Rfi per il raddoppio della ferrovia Pescara Roma propedeutico all'arrivo dell'alta velocità

Terzo e ultimo tavolo tecnico e dibattito pubblico organizzato da Rfi Italferr per discutere del progetto del raddoppio ferroviario della linea Pescara Roma. L'incontro, diviso in due parti, si è tenuto nel pomeriggio di oggi 17 marzo, ed ha visto prima un ulteriore confronto sul progetto di tracciato alternativo presentato dal Comune di Manoppello, studiato e arricchito dagli ingegneri della stazione appaltante con l’ottica di discuterla e valutarne la fattibilità. Il confronto è stato moderato dalla coordinatrice Iolanda Romano, con la presenza dei rappresentati della Regone Abruzzo, dei sindaci dei Comuni interessati assieme ai rispettivi responsabili degli uffici tecnici e degli uffici urbanistica, dei tecnici Rfi e Italferr. Presenti anche i rappresentati dei comitati di cittadini ComFerr e No variante Mulino.

I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana, in particolare, hanno portato sul tavolo uno studio accurato del tracciato alternativo proposto da Chieti e Manoppello – la cosiddetta “variante dei cittadini”, che è stata approfondita fino alla sua ingegnerizzazione ed è stato anche arricchito da proposte di migliorie per affrontare eventuali problematiche relative all’esondabilità. La Romano ha dichiarato:

“Soddisfacente anche il confronto con i rappresentanti dei comitati di cittadini presenti, che hanno potuto osservare come il dibattito pubblico serva esattamente a mettere sul tavolo dei decisori finali, che si riuniranno in Conferenza dei Servizi, tutte le diverse possibili opzioni. Starà agli enti proposti, con l’importante contributo delle tematiche emerse in questo percorso, valutare l’impatto economico e ambientale di ognuna delle alternative. Sono felice del fatto che la manifestazione che era prevista per oggi sia stata rinviata per far posto al dialogo: è un grande risultato per il dibattito pubblico, che i cittadini hanno trovato utile e trasparente, uno spazio aperto realmente a tutti”.

Terzo incontro pubblico ferrovia Pescara Roma

Successivamente è stata aperta la seconda parte dell'incontro dedicata ad approfondire il tema degli espropri e dei frontisti, ovvero coloro che abitano nelle aree adiacenti il tracciato esistente e che si troveranno più vicini al nuovo binario.

Il confronto ha approfondito in particolare i criteri per gli indennizzi previsti a favore degli espropriandi e sulle modalità con cui saranno affrontate le situazioni dei frontisti, attraverso il coordinamento dei sindaci. Inoltre, i cittadini hanno avuto modo di discutere le diverse misure messe in campo per preservare la qualità della vita. Sul sito del dibattito pubblico ora sono disponibili i materiali cartografici dettagliati in cui riportate le unità abitative da demolire e le fasce di distanza per i frontisti.

All'incontro di approfondimento hanno partecipato il presidente della Provincia di Pescara Ottavio De Martinis, il sindaco del Comune di Chieti Diego Ferrara, il sindaco del Comune di Manoppello Giorgio De Luca, il sindaco del Comune di Alanno Oscar Pezzi, Antonio Bucella per il comune di Scafa. Per il Comune di Chieti presenti anche il presidente della Commissione consiliare speciale per il raddoppio, Vincenzo Ginefra, Marco Marchese direttore investimenti area centro di Rfi, Andrea Borgia referente di progetto di Rfi e sei tecnici Italferr.

Dalla prossima settimana ci saranno incontri, tavoli tecnici, sopralluoghi e camminate partecipate sul territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimo incontro sul raddoppio ferroviario Pescara - Roma: spazio al progetto alternativo ed alla questione espropri [FOTO]

IlPescara è in caricamento