Domenica, 16 Maggio 2021
Attualità

L'allarme del sindacato Uilpa: "Mascherine non conformi e potenzialmente pericolose nelle carceri abruzzesi"

Secondo il sindacato di polizia penitenziaria, sarebbero stati distribuiti lotti di mascherine risultate non conformi e bandite dal mercato dopo l'indagine della procura di Gorizia

Mascherine non conformi e potenzialmente pericolose potrebbero essere state distribuite nei lotti per le carceri abruzzesi. L'allarme è stato lanciato dal sindacato Uilpa penitenziari Abruzzo,in riferimento ai dispositivi al centro del sequestro e dell'inchiesta della procura di Gorizia che aveva messo al bando quelle mascherine in quanto non garantivano un'efficace livello di protezione. Il segretario Di Giovanni ha fatto sapere di aver verificato direttamente che in alcune carceri abruzzesi sono tutt'ora in distribuzione lotti presenti negli elenchi diffusi:

È' chiaro che non è imputabile all'amministrazione penitenziaria alcuna svista in fase di approvvigionamento, ma una volta che è stato disposto il sequestro dei dispositivi di protezione e diffuso l'elenco dei lotti e dei marchi ritenuti a rischio o comunque difettosi, quindi inidonei al loro scopo, ne andava immediatamente impedito l'utilizzo.

Per questo motivo abbiamo chiesto a tutte le direzioni abruzzesi e al provveditore regionale dell'amministrazione penitenziaria, di approfondire la problematica disponendo un'attenta verifica dei lotti attualmente in distribuzione.

I direttori, ricorda l'Uilpa, sono direttamente responsabili della salute dei lavoratori e sono tenuti per legge a fornire mascherine idonee per lavorare in sicurezza, con gli agenti che lavorano ovviamente anche nelle sezioni occupate da detenuti positivi al Covid.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme del sindacato Uilpa: "Mascherine non conformi e potenzialmente pericolose nelle carceri abruzzesi"

IlPescara è in caricamento