rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità

Il sindacato Uil Fpl sui parcheggi a pagamento attorno all'ospedale: "Una tassa sulla sofferenza"

La segreteria provinciale attacca la giunta Masci per la decisione di istituire i parcheggi a pagamento nell'area dell'ospedale civile

No ai parcheggi a pagamento attorno all'ospedale di Pescara. Anche il sindacato  Uil Fpl critica la giunta Masci per la decisione di rendere a pagamento gli stalli attorno al nosocomio, nell'ambito della riorganizzazione della sosta in città. Secondo il sindacato, si tratta di una scelta che penalizzerà gli operatori sanitari che ogni giorni usano quei parcheggi per recarsi al lavoro, ma anche i pazienti e i familiari di coloro che si recano in ospedale:

"Riteniamo che l’amministrazione comunale debba trovare altre vie per arricchire il suo bilancio, incentrando la propria attenzione nell’evitare sprechi e sperpero di denaro pubblico, anziché istituire una tassa sulla sofferenza che va a colpire i lavoratori sanitari e gli utenti dell’ospedale: due categorie per diverse ragioni particolarmente deboli che andrebbero protette ed agevolate, soprattutto nel presente periodo storico, e non spremute e gravate di ulteriori costi."

Il sindacato auspica che il sindaco Masci possa tornare sui suoi passi, revocando la decisione che di fatto istituisce una nuova tassa, quella sulla sofferenza. La questione delle nuove aree di sosta a pagamento è al centro di polemiche sollevate dai cittadini e dalle associazioni di categoria, soprattutto per quanto riguarda la scelta di rendere a pagamento le soste anche la domenica nell'area di risulta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindacato Uil Fpl sui parcheggi a pagamento attorno all'ospedale: "Una tassa sulla sofferenza"

IlPescara è in caricamento