Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità Tocco da casauria

Turismo e sostenibilità, Tocco da Casauria guarda al futuro: formati i primi cinque giovani con il progetto Nature Youth

Soddisfatto per il successo ottenuto il sindaco Zaccagnini: "Abbiamo reso i nostri giovani esperti di territorio e sostenibilità. Ora, dobbiamo puntare alle comunità energetiche"

Tocco da Casauria punta sul turismo sostenibile e strizza l'occhio alle comunità energetiche facendo dei giovani il motore del domani.

Con questi obiettivi si è chiuso il progetto “Casauria Nature Youth”, una quattro giorni che ha rappresentato la conclusione del percorso di formazione di cinque giovani che hanno scelto di restare per far crescere il loro territorio. Sono stati loro domenica ad aprire la giornata conclusiva relazionando ai presenti sull'esperienza fatta nel corso di una tavola rotonda. Ai giovani cinque borsisti (Laura Marulli, Luisa Salce, Gilberto Di Lorenzo, Antonio Pesola e Jessica De Sanctis), si sono aggiunti nel progetto tre giovani del servizio civile nazionale (Noemi Ricci, Marika Renzella e Roberta Raulli). “

Giunge al capolinea un percorso prezioso per la nostra comunità e di cui ringraziamo Anci, perché ha dimostrato di stare vicino ai Comuni per agevolare un nuovo modello di sviluppo, più sostenibile sotto diversi aspetti – dichiara il sindaco Riziero Zaccagnini –- La nostra cittadina da tempo si è qualificata come comunità a forte vocazione energetica, per le presenze di impianti di sfruttamento di fonti rinnovabili e per le politiche che portiamo avanti sul territorio ora è importante compiere altri passi, per arrivare a un’autonomia che serve ai comuni e alle famiglie per non dipendere da nessuno sul fronte energia e perché il costo sia a misura d’uomo. Era necessario fare un passo avanti e per farlo avevamo bisogno di diventare direttamente testimoni di tale esigenza, i ragazzi sono stati formati per questo e oggi potranno aprire le proprie competenze al territorio, oltre che alle proprie famiglie, grazie alla conoscenza assimilata da soggetti come il Parco Majella, il Bosso formazione, Legambiente, Mètis community solutions e gli altri soggetti tutti legati al progetto”.

“Ci auguriamo – aggiunge Carmen Marncone, vice presidente e coordinatrice delle attività di progetto dell'Aps movimentazioni - che i cinque ragazzi che hanno aderito al bando e che in questi mesi hanno vissuto una preparazione a 360 gradi diventino motori di iniziative sul territorio. Sono Tocco da Casuria progetto Youth Nature 1-2ragazze e ragazzi rimasti a Tocco, un valore aggiunto che può crescere e che, ci auguriamo, grazie al progetto possa costruire qui il proprio progetto di vita, diventando testimonial della propria terra”.

“È stato bello ed emozionante vedere crescere in ognuno di loro la competenza e la consapevolezza del valore della sostenibilità – afferma Cristian Moscone de Il Bosso formazione –. In questi mesi come realtà consolidata del territorio, che ha scommesso su una passione che è diventata un lavoro solido e proficuo per il territorio, abbiamo fatto loro fare esperienze dirette nel loro luogo di nascita, escursioni, sopralluoghi, una formazione che non è stata solo teorica, ma che ha dato loro gli strumenti per crescere e creare qui condizioni lavorative”. “È nato un legame anche affettivo con loro – conclude Valeria Baglione di Mètis Community solutions – abbiamo raccolto la disponibilità che avevano a mettersi in discussione e li abbiamo trasformati in una squadra che in questi mesi si è formata e messa alla prova nei quattro giorni di durata della chiusura del progetto, con laboratori per bambine e bambini e il murales a tema sostenibile. Il lavoro proseguirà dopo la conclusione del progetto con le attività, all'interno Casa della sostenibilità, che potranno fare la differenza e, soprattutto, provare a realizzare un progetto di vita, non lontano da dove è cominciata la loro”.

Il progetto “Casauria Nature Youth” è un progetto cofinanziato dalla presidenza del consiglio ministri-dipartimento per le politiche giovanili, il servizio civile universale e Anci, ha come capofila il Comune di Tocco da Casauria e come partner soggetti privati del territorio come il Parco nazionale della Majella, Legambiente Abruzzo beni culturali, la cooperativa Il Bosso formazione, Movimentazioni Aps e Mètis community solutions, realtà operative sul sociale e sulla partecipazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo e sostenibilità, Tocco da Casauria guarda al futuro: formati i primi cinque giovani con il progetto Nature Youth
IlPescara è in caricamento