rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Attualità

La ricetta di Tua per evitare i contagi sui mezzi pubblici: "Più smartworking e didattica a distanza assieme agli orari scaglionati"

Il presidente Giuliante interviene in merito alle possibili soluzioni per evitare contagi sui mezzi pubblici

Per risolvere il problema dei possibili contagi sui mezzi pubblici,l'unica strada è quella dello smart working degli uffici, didattica a distanza almeno parziale per le scuole e soprattutto orari d'accesso e di uscita scaglionati. È questa la ricetta del presidente della Tua Giuliante riguardante la gestione dell'emergenza sanitaria sui mezzi pubblici.

L'altra soluzione, ovvero l'acquisto di nuovi autobus è impraticabile non solo da un punto di vista economici ma anche sul fronte dei tempi, considerando che per evadere gli ordini occorrerebbero settimane e mesi, mentre sul mercato parallelo delle vetture private la Tua ha già reperito 65 mezzi aggiuntivi di cui 45 già utilizzati.

Viceversa, la rimodulazione degli orari di afflusso e deflusso, non comporterebbe costi, e presupporrebbe “soltanto” nuove modalità organizzative (per altro temporanee). Gli orari possono tornare come prima, gli autobus acquistati non sono restituibili. Se la didattica a distanza può avere possibili controindicazioni, il non auspicabile assembramento alle fermate ha controindicazioni certe.

Con la restrizione del numero dei trasportati, in Abruzzo 25 mila utenti potrebbero non accedere al servizio, oltre a dover aumentare sensibilmente i controlli sui mezzi considerando anche che un operatore Tpl non ha titolo giuridico per impedire l'accesso ai mezzi.

Uffici in parte in smartworking, scuole con orari diluiti e, laddove possibile, didattica a distanza aiuterebbero a decongestionare e diluire la presenza simultanea degli utenti del Tpl. Con il contributo di tutti e senza asserragliarsi a difesa del proprio “cortile”, ce la si può fare

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ricetta di Tua per evitare i contagi sui mezzi pubblici: "Più smartworking e didattica a distanza assieme agli orari scaglionati"

IlPescara è in caricamento