rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Attualità

Finti messaggi di familiari su whatsapp svuota credito, l'allarme di Contribuenti Abruzzo

A segnalare la truffa via whatsapp è Donato Fioriti, componente Cruc Regione Abruzzo e presidente associazione consumatori Contribuenti Abruzzo

Finti messaggi svuota credito di familiari su whatsapp. 
Questa la truffa che viene segnalata da Donato Fioriti, componente Cruc Regione Abruzzo e presidente dell'associazione dei consumatori Contribuenti Abruzzo.

«Non erano sufficienti i messaggi truffa di sedicenti banche, commissariati di polizia e di falsi corrieri», dice Fioriti, «"dulcis in fundo” pare stiano girando, messaggi fasulli che coinvolgono i familiari. Esempio:  “Papa “ho un nuovo telefono. Potresti salvarlo e inviarmi un messaggio Whatsapp?”. Segue un link sul quale cliccare”.

“Se riceviamo un messaggio da un parente stretto», spiega Fioriti, «che ci avvisa di aver rotto il telefono e ci chiede di salvare il suo nuovo numero tra i contatti della rubrica, potrebbe trattarsi di una truffa. Al primo messaggio seguiranno richieste insolite di denaro, la ricarica di una carta prepagata, le credenziali per accedere al conto corrente. Ovviamente si consiglia di non rispondere al messaggio, di  cancellare la conversazione e, se l’abbiamo salvato, di eliminare il numero dalla rubrica».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti messaggi di familiari su whatsapp svuota credito, l'allarme di Contribuenti Abruzzo

IlPescara è in caricamento