rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità

Tripla Difesa chiede di agevolare i rifugiati che fuggono dalla guerra in Ucraina

L’organizzazione internazionale chiede di "sostenere la creazione di percorsi senza visto per coloro che cercano protezione" e "stabilire immediatamente percorsi sicuri per i minori non accompagnati e separati in fuga dall'Ucraina"

A nome dell’organizzazione internazionale Tripla Difesa Onlus, il presidente delegato per la Regione Abruzzo, Giustino Bruno, ha sollecitato ufficialmente una maggiore attenzione sulle persone fragili che stanno fuggendo dalla guerra in Ucraina. "Si tratta - informa una nota - in maggior parte di donne e bambini, persone sole, spaventate senza alcun punto di riferimento che hanno perso tutto, anche la fiducia in un futuro migliore. La maggioranza di queste persone sono sole, i loro padri – mariti – fratelli stanno combattendo al fronte e non possono provvedere alle loro famiglie".

Pertanto Tripla Difesa Onlus chiede "a gran voce" di "sostenere la creazione di percorsi senza visto per coloro che cercano protezione" e "stabilire immediatamente percorsi sicuri per i minori non accompagnati e separati in fuga dall'Ucraina", fornendo risorse "per la loro immediata identificazione e registrazione". Tripla Difesa auspica altresì un "impegno maggiore" da parte del governo nel sostenere aiuti umanitari "ai sensi della Convenzione di Ginevra. Non imporre restrizioni burocratiche e requisiti per i visti alle persone in fuga da un conflitto".

Infine, Tripla Difesa invita l'esecutivo nazionale a "creare percorsi senza visto per aiutare i bisognosi". Giustino Bruno conclude: "I rapporti dell'Unhcr sui bambini separati dalle loro famiglie mi preoccupano profondamente, il nostro governo dovrebbe fornire rifugio e risorse per garantire che siano protetti e possano essere riuniti in sicurezza".

OGGETTO: RICHIESTA DI AGEVOLARE I RIFUGIATI CHE FUGGONO DALLA GUERRA IN UCRAINA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tripla Difesa chiede di agevolare i rifugiati che fuggono dalla guerra in Ucraina

IlPescara è in caricamento