Zona arancione: per i treni regionali l'offerta resta invariata in Abruzzo, cala al 50% la capienza massima

Trenitalia Abruzzo ha fatto sapere che con l'ingresso nella zona arancione per ora non ci sono sostanziali modifiche all'offerta dei treni regionali

Nonostante l'ingresso nella zona arancione, l'offerta dei treni regionali in Abruzzo non subisce grosse variazioni. Lo ha fatto sapere Trenitalia Abruzzo che, come riferisce l'Ansa, ha mantenuto i treni al 100% con la sola modifica della capienza massima che scende al 50%.

Per i treni a lunga percorrenza come intercity e frecce che transitano in Abruzzo e Molise, sono garantiti il 50% dei convogli dell'offerta pre Covid. Solo dal 14 novembre potrebbero esserci revisioni ed eventuali riduzioni dell'offerta per portare le frecce ad 80 al giorno sul territorio nazionale, circa il 30% dell'offerta presente prima della pandemia. Ricordiamo che anche per i mezzi pubblici urbani ed extraurbani è scattata la riduzione della capienza massima al 50%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento