Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

Il miglior vino rosato dell’anno? Viene da Loreto Aprutino

Parola del Gambero Rosso, che in un articolo di Pierpaolo Rastelli spiega come, per la Guida Vini d’Italia 2020, sia stato selezionato il Cerasuolo d’Abruzzo Rosa-ae di Torre dei Beati, azienda che ha sede in Contrada Poggioragone

Il miglior vino rosato dell’anno? Viene da Loreto Aprutino. Parola del Gambero Rosso, che in un articolo firmato da Pierpaolo Rastelli spiega come, per la Guida Vini d’Italia 2020, sia stato selezionato il Cerasuolo d’Abruzzo Rosa-ae di Torre dei Beati, azienda agricola che ha appunto la sua sede nel celebre paesino del Pescarese, in Contrada Poggioragone.

I titolari Fausto Albanesi e Adriana Galassi, interpellati da Rastelli, spiegano quale sia la loro visione del Cerasuolo:

"In molti mercati c’è sicuramente un problema di identità, legato all’handicap di non poter nominare in etichetta il vitigno di origine, il Montepulciano. Ciò causa ambiguità che rendono chiara l’urgenza di intense attività promozionali. Troviamo difficile parlare di qualcosa che non possa essere identificato con un nome (stiamo parlando del secondo vitigno a bacca rossa d’Italia). A dispetto di questo, rileviamo un interesse crescente, nel mercato dei vini di qualità – in Italia e all’estero – per il Cerasuolo, se espresso nelle forme più tradizionali e non snaturato a imitazione di rosati internazionali lontani dalla nostra storia. Un peccato rinunciare a un'identità così forte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il miglior vino rosato dell’anno? Viene da Loreto Aprutino

IlPescara è in caricamento