rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Attualità

Il cortocircuito del furto di bici: alto il timore di non ritrovarla, ma così si può finire per acquistarne una rubata

Oltre l'80 per cento dei cittadini teme possa essere oggetto di furto e per questo tendono a comprarne una economica: lo dice l'indagine Osmoci (Osservatorio della mobilità ciclistica) che rileva come questo possa inconsapevolmente fare acquistare un mezzo preso a qualcun altro. Ecco cosa andrebbe fatto per intervenire sul problema

Tanti i furti di bicicletta che si consumano in città e questo “costituisce spesso e purtroppo un deterrente al loro uso”. Un meccanismo che innescherebbe il “timore del furto” che a sua volta spingerebbe molti a “procurarsi una bicicletta di bassa qualità, di poco valore e quindi forse rubata”. Un vero e proprio cortocircuito che Osmoci, l'Osservatorio sulla mobilità ciclistica, definisce “tortuoso e perverso, quasi diabolico”.

Altissime le percentuali di chi teme di vedersi rubata la due ruote con l'82 per cento dei cittadini che pensa di poterlo subire negli ambiti “aziende” e “supermercati” e l'84 per cento che ancor di più ha paura di non ritrovarla se la lascia in qualsiasi altra zona della città o davanti a uno stabilimento balneare.

“Certamente il furto può essere contrastato, necessariamente con misure anti-infrazione, ma che spesso non sono prese in considerazione per l’eccessivo costo (per bici 'rimediate' a volte anche maggiore di quello del mezzo); oppure, quando in dotazione, mal posizionate e quindi non in grado di difendere da furti parziali”, rimarca l'osservatorio sottolineando quanto spesso ci troviamo a vedere bici senza ruote, o solo ruote, o ancora biciclette senza selle che restano ancorate ai pali e alle rastrelliere.

“C’è ovviamente da dire che i presidi destinati alla funzione di posteggio spesso sono assolutamente inadatti – rimarca in questo senso Osmoci -, consentendo l’ancoraggio della sola ruota anteriore e non del telaio”. A chi è stato ascoltato sui “timori” è stato per questo anche chiesto quali siano per loro le soluzioni migliori e il coro è sostanzialmente unanime: installare infrastrutture che consentano l’aggancio al telaio se non addirittura coperte e con accesso riservato. Certo è che allo stato attuale secondo quanto emerso, la paura di un furto e dunque la spinta a comprare una bici di poco valore, potrebbe renderci inconsapevolmente “complici” ritrovandoci a pedalare su una due ruote che qualcuno, proprio come noi, temeva gli fosse rubata e che a questa fine è stata destinata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cortocircuito del furto di bici: alto il timore di non ritrovarla, ma così si può finire per acquistarne una rubata

IlPescara è in caricamento