Test sierologici per il Covid nelle farmacie abruzzesi: accordo tra Regione, Federfarma e Assofarm

Come fa sapere l'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, è stato sottoscritto l'accordo tra la Regione Abruzzo e i presidenti regionali di Federfarma e Assofarm: Giancarlo Visini e Venanzio Gizzi

Test sierologici per il Covid-19 (Coronavirus) in tutte le farmacie convenzionate, sia pubbliche che private, a partire da lunedì 30 novembre.
Come fa sapere l'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, è stato sottoscritto l'accordo tra la Regione Abruzzo e i presidenti regionali di Federfarma e Assofarm: Giancarlo Visini e Venanzio Gizzi.

Nella prima fase l’attività delle farmacie si concentrerà sul supporto allo svolgimento in sicurezza delle attività scolastiche, ma in base all’andamento dell’epidemia e dell’esito della campagna, potrà successivamente essere estesa ad altre fasce di popolazione.

Immediatamente, dunque, potranno accedere, su base volontaria, al test gli studenti delle scuole dell’infanzia, primarie, medie e superiori, oltre ai loro familiari conviventi. I risultati saranno inseriti direttamente dal farmacista nella piattaforma Attra della Regione, nella quale confluiscono tutti i dati dell’andamento epidemiologico. Per ogni test eseguito, il sistema sanitario regionale riconoscerà alle farmacie un costo pari a 15,58 euro, la stessa cifra che verrà richiesta a tutti coloro (non rientranti nelle categorie per le quali il test è gratuito) che volessero sottoporsi all’esame.

L'assessore Verì spiega quanto segue:

«Le farmacie convenzionate, come abbiamo più volte ribadito, sono parte integrante del servizio sanitario e presidi di rilievo in un’ottica di prossimità. L’attuale andamento dei contagi in Abruzzo, impone di dedicare particolare attenzione nell’adozione di ulteriori misure aggiuntive oltre a quelle già messe in atto, utili a contrastare la diffusione del virus. Di qui la scelta di sottoscrivere questo accordo con le farmacie, che impiegheranno test che rispettano le caratteristiche previste dalla normativa nazionale. Il test sierologico rapido, ancorché non fornisca una risposta definitiva sulla presenza o assenza di coronavirus, ci consentirà di potenziare l’attività di screening sulla popolazione, così da orientare strategie e misure per il controllo della pandemia».

L’esame potrà essere prenotato direttamente in farmacia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

Torna su
IlPescara è in caricamento