rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, al via i test sierologici eseguiti dalla Croce Rossa su 5.561 abruzzesi

L’indagine sulla siero-prevalenza dell’infezione da virus Sars-Cov2 di Istat e ministero della Salute ha come scopo di capire quante persone abbiano sviluppato anticorpi al coronavirus, anche in assenza di sintomi

Verrà avviata a partire da domani, lunedì 25 maggio, l'indagine sierologica per il Covid-19 (Coronavirus) in Abruzzo voluta da Istat e ministero della Salute
L’indagine sulla siero-prevalenza dell’infezione da virus Sars-Cov2 di Istat e ministero della Salute ha come scopo di capire quante persone abbiano sviluppato anticorpi al coronavirus, anche in assenza di sintomi.

Sarà la Croce Rossa Italiana, attraverso operatori appositamente formati, a curare il contatto telefonico con i 5.561 cittadini abruzzesi inseriti nel campione casuale dall’Istat, organizzando gli appuntamenti nei 32 centri di prelievo individuati dalle Asl.

La Croce Rossa curerà inoltre il supporto logistico per il trasferimento dei campioni prelevati verso i laboratori analisi regionali dell’Aquila e Pescara. Vivo apprezzamento è stato espresso dal presidente della Croce Rossa abruzzese Gabriele Perfetti per il lavoro sinergico e lo straordinario impegno delle aziende sanitarie abruzzesi nella programmazione dei test sierologici:

«Le informazioni raccolte», afferma Perfetti, «saranno essenziali per indirizzare politiche a livello regionale o nazionale e per modulare le misure di contenimento del contagio. Partecipare non è obbligatorio ma è fondamentale che i cittadini contattati diano il loro contributo: è un bene per se stessi e per le nostre comunità».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, al via i test sierologici eseguiti dalla Croce Rossa su 5.561 abruzzesi

IlPescara è in caricamento