Terremoto, parla l'esperto: "Area ad alta pericolosità sismica"

In questa stessa area è infatti avvenuto il terremoto di Avezzano del 1915, mentre altri due importanti terremoti storici sono avvenuti nel frusinate nel 1654 e più a Sud, verso il Molise, nel 1349. Parla il sismologo Alessandro Amato

La scossa che si è verificata oggi pomeriggio (7 novembre) alle ore 18,35 a Balsorano, con magnitudo 4.4, appartiene a una sequenza sismica diversa da quella dell'Italia centrale. Dunque, il movimento tellurico che oggi ha attivato il terremoto al confine tra Abruzzo e Lazio fa parte di "un altro sistema di faglie", come confermato all'Ansa dal sismologo Alessandro Amato dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

"Si tratta comunque - ha proseguito Alessandro Amato - di un'area ad alta pericolosità sismica".

In questa stessa area è infatti avvenuto il terremoto di Avezzano del 1915, mentre altri due importanti terremoti storici sono avvenuti nel frusinate nel 1654 e più a Sud, verso il Molise, nel 1349.

"Nelle ultime ore - ha detto ancora il sismologo - si era registrata nella zona della sismicità, con alcune piccole scosse, e adesso stiamo vedendo piccole repliche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO | A "Live - Non è la D'Urso" il ristorante delle sexy maggiorate pescaresi

  • Il Titanic di piazza Salotto finisce su Rai 2 insieme all'Iceberg di Lanciano, piovono critiche a "Detto Fatto" [VIDEO]

  • Scivolano sul ghiaccio, morti due escursionisti sulla Majella: gli aggiornamenti

  • Cordoglio e dolore per la tragica morte di Matteo Martellini - FOTO -

  • Ritrovato morto l'uomo disperso sulla Majella, era un carabiniere [FOTO]

  • Trovato morto il 37enne di Città Sant'Angelo scomparso sul Gran Sasso

Torna su
IlPescara è in caricamento