menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terme di Caramanico, Paolucci e Mazzocca: "La Regione deve intervenire, basta indifferenza"

Intervenire immediatamente per salvare le terme di Caramanico, che rischiano di chiudere provocando un danno enorme ai 192 dipendenti ed all'interno territorio

Il capogruppo regionale del Pd Paolucci ed il capogruppo al comune di Caramanico Mazzocca intervengono in merito alla questione delle terme di Caramanico, che rischiano di chiudere mettendo in ginocchio l'intero territorio e lasciando a casa 192 dipendenti.

Secondo gli esponenti del Pd, la giunta regionale deve intervenire su vari fronti per scongiurare la possibile chiusura, che provocherebbe danni incalcolabili anche all'indotto che ruota attorno alle terme, come ad esempio i due alberghi . Paolucci ricorda che il governo regionale di centrosinistra si attivò per rilanciare il termalismo abruzzese, e la Regione ha a disposizione le proposte avanzate per intervenire:

  • applicare tempestivamente il documento tecnico ASR “Qualificazione sanitaria nel settore termale -Modello assistenziale. Linee di indirizzo che contemplano la possibilità per le Terme di Caramanico di erogare prestazioni riabilitative
  • ad attivare speditamente le procedure per l'impiego dei 900mila Euro stanziati dalla Legge di Stabilità Regionale 2019, dando seguito con atto di programmazione tipico alla Delibazione del 1.02.2019 avente ed oggetto indirizzo di prendere atto del documento tecnico “Qualificazione sanitaria nel settore termale - Modello assistenziale: Linee di indirizzo” elaborato dall’ASR, che conferma gli obiettivi per la risoluzione della crisi delle Terme di Caramanico
  • avviare la sperimentazione di un modello organizzativo assistenziale che, senza gravare di maggiori oneri il SSR, sia in grado di ottimizzare i risultati sotto l’aspetto clinico e organizzativo

Mazzocca chiede inoltre la convocazione di un consiglio comunale straordinario, mentre Paolucci chiede alla Regione di assumersi le proprie responsabilità:

E’ ampiamente spirato il tempo dei proclami, ora sta scadendo anche quello dei fatti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento