menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Telecamere intelligenti con alert vocale in centro città per sicurezza e per evitare il contagio, al via l'installazione

L'obiettivo di questo nuovo sistema di videosorveglianza è duplice: da un lato per questioni di sicurezza mentre dall'altro per prevenire il contagio da Covid-19 (Coronavirus)

Sono in totale 26 le telecamere dotate di intelligenza artificiale che nei prossimi giorni saranno installate nel centro cittadino di Pescara.
L'obiettivo di questo nuovo sistema di videosorveglianza è duplice: da un lato per questioni di sicurezza mentre dall'altro per prevenire il contagio da Covid-19 (Coronavirus).

Nello specifico 8 saranno installate in piazza Primo Maggio nella zona della spiaggia libera di largo Mediterraneo di fronte alla Nave di Cascella, altre 18 nell'area della cosiddetta movida dalle parti di piazza Muzii e delle vie limitrofe. 

A presentare il nuovo progetto sono stati il sindaco Carlo Masci, il comandante della polizia municipale, Danilo Palestini e il dirigente comunale del settore Innovazione, Paolo Santucci.

«Noi abbiamo puntato fin dall’inizio», ricorda il primo cittadino, «sull’innovazione e sull’utilizzo della tecnologia per migliorare la qualità della vita e la sicurezza dei cittadini. In questo caso facciamo ricorso all’intelligenza artificiale per il monitoraggio delle presenze sulla spiaggia libera in centro e nella zona del mercato di piazza Muzii. In questa spiaggia libera, che è la più importante della città perché è quella che più di altre accoglie chi raggiunge Pescara, saranno installate delle telecamere intelligenti in grado di monitorare e di raccomandare tramite alert vocali il rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid, in primis il distanziamento. Allo stesso tempo preannuncio un’estensione e un potenziamento della videosorveglianza nella zona di piazza Muzii, anche alla luce dei recenti episodi di violenza. Si tratta di strumenti estremamente evoluti che hanno lo scopo di fornire un supporto importante al lavoro delle forze di polizia che comunque già sono presenti in modo massiccio, nel week-end in particolare, in quella zona della città dove molto alta è la presenza di locali, pub e ristoranti e quindi il rischio di assembramento è più rilevante».

Un'iniziativa, quella annunciata, «che non va però intesa come una modalità repressiva», evidenzia Palestini, «ma che si rivolge a tutte le tipologie di utenza che frequentano l’isola pedonale, siano essi giovani, famiglie o turisti. La città va sempre tenuta a un livello importante di sicurezza e questo deve coinvolgere il senso di responsabilità di tutti, titolari delle attività, cittadini e residenti. In questo modo, proprio grazie anche al ricorso alla tecnologia la prevenzione di azioni delinquenziali sarà ancor più efficiente».

Il dirigente Santucci fa sapere che entro 3 giorni saranno attive le 8 telecamere nella zona della spiaggia libera. Le telecamere monitoreranno le aree sottoposte a controllo e la densità delle presenze, rileveranno le distanze medie tra i cittadini e i tempi medi di contatto; quindi, al superamento di alcuni limiti prestabiliti, tramite un alert vocale verrà richiesto il rispetto delle norme anti-contagio. La videosorveglianza permettere inoltre di valutare i rischi e prevenire azioni di violenza o modi di agire non consoni al rispetto della legge.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento