menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre tartarughe marine recuperate e salvate in un giorno [FOTO]

Due recuperate da un motopeschereccio a poche miglia da Francavilla al Mare e e una da un diportista al largo della costa di fronte al capoluogo adriatico

Sono state in totale tre le tartarughe salvate in mare e trasferite al centro studi cetacei "Luigi Cagnolaro" di Pescara ieri, martedì 19 febbraio.
Due recuperate da un motopeschereccio a poche miglia da Francavilla al Mare e e una da un diportista al largo della costa di fronte al capoluogo adriatico.

Prima il doppio salvataggio di Gioia e Aurora, due tartarughe della specie Caretta caretta catturate accidentalmente a poche miglia da Francavilla al Mare dal motopeschereccio Nuova Zita di Mario Camplone, che ha scelto per loro i nomi delle sue dolcissime nipotine.

Le due tartarughe sono state custodite e accudite fino al rientro in porto, dove l'equipaggio le ha consegnate ai volontari del centro studi che le attendevano in banchina. Aurora, di 35 chili per 70 centimetri di lunghezza e Gioia, di 21 chili e 57 centimetri, sono ora affidate all'equipe dei veterinari e biologi del Centro Studi Cetacei che se ne sta prendendo cura al Crtm. 

Poco dopo è arrivata Balù, che pesa 23 chili ed è lunga 55 centimetri in totale, salvata da un diportista a 18 miglia da Pescara. Antonio Vanni l'ha trovata a galla e in evidente difficoltà, probabilmente a causa di un amo da pesca che da lungo tempo era infisso nella cavità orale, quindi l'ha recuperata e consegnata ai volontari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento