rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Attualità Moscufo

La quercia storica di Moscufo sarà abbattuta, sit-in delle associazioni ambientaliste: "Lotteremo fino alle fine"

Il taglio è previsto domani, le sigle riunite sotto il Coordinamento salviamo gli alberi di Pescara alle 8 saranno all'incrocio tra viale Kennedy e via Sardegna e invitano tutti i cittadini a partecipare per impedirlo: "E' una battaglia di civiltà"

La protesta dei cittadini e delle associazioni non ha fatto cambiare idea all'Anas: domani mattina la ormai famosa quercia di Moscufo sarà abbattuta, ma il suo taglio non avverrà nel silenzio. A far sapere che la battaglia non ha dato i risultati sperati sono le stesse associazioni che avevano chiesto incontri e confronti per trovare una soluzione e preservare l'esemplare che non è solo il simbolo della cittadina, ma che con i suoi 80 anni, hanno sempre sostenuto, è un vero e proprio elemento di tutela dell'ambiente e la biodiversità. Ecco perché, annunciano le associazioni riunite sotto il Coordinamento salviamo gli alberi di Pescara (Conalpa Pescara-Chieti, Archeoclub d'Italia, Italia Nostra sezione “Lucia Gorgoni” di Pescara, Gufi (Gruppo unitario foreste italiane), Mila donnambiente, Le majellane, La galina caminante, il Comitato strada parco bene comune, l'Aiapp, la Fiab Pescara, l'associazione Astra, il Touring club Pescara e Oltre il gazebo no filovia), alle 8 di domani saranno ancora una volta sotto la grande quercia alle 8 e invitano tutti a partecipare. Per loro la lotta non è finita.

“Anas non accetta nessun compromesso con le associazioni e si va fino in fondo – scrivono in una nota congiunta -. Cresce l'indignazione nel Coordinamento aalviamo gli alberi di Pescara che riunisce numerose associazioni a tutela del territorio. Il taglio dell'albero è ormai imminente. Ci hanno informato che l'abbattimento della quercia ci sarà mercoledì mattina 20 luglio – ribadiscono -. Nonostante le pressioni da parte del omune di Moscufo, che si è schierato a favore della quercia, l'Anas non accetta nessun tipo di dialogo e di compromesso. L'ente andrà avanti per l'abbattimento in quanto dichiara di avere tutte le autorizzazioni dagli organi competenti. Tutto questo per noi è inaccettabile e siamo pronti a lottare fino alla fine”.

“Questa è una battaglia di civiltà, per salvare il nostro paesaggio storico. Perderemo per sempre un simbolo del paesaggio vestino nella Val Tavo. Per mercoledì mattina chiediamo a tutti i cittadini e alle associazioni, alla stampa, alle televisioni e agli amanti della natura di partecipare al sit-in di fronte all'albero condannato a morte a partire dalla ore 8 all'incrocio tra viale Kennedy e via Sardegna in zona industriale. Dobbiamo essere in tanti, uniti e solidali, per salvare questa splendida pianta che è diventata simbolo delle tante cattive progettazioni e mancanze di visioni che stanno deteriorando inesorabilmente il nostro patrimonio arboreo”. Le associazioni ricordano ancora una volta i benefici e i servizi ecosistemici prodotti dal grande albero: creazione di habitat per avifauna, mitigazione della canicola estiva, lotta al particolato atmosferico lungo una strada a forte traffico, valore paesaggistico e storico, valore identitario di una intera comunità. “Le soluzioni basate sulla natura e le infrastrutture verdi al posto di quelle grigie – concludono -, sono una necessità improcrastinabile”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La quercia storica di Moscufo sarà abbattuta, sit-in delle associazioni ambientaliste: "Lotteremo fino alle fine"

IlPescara è in caricamento