menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Taglio degli oleandri, è polemica tra il Comune di Montesilvano e un'associazione onlus

Immediata la risposta dell'assessore Ernesto De Vincentiis, che accusa il Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio Onlus di diffondere notizie fuori luogo. L'agronomo Cellini spiega le ragioni in un'operazione tecnica che serve a ringiovanire gli oleandri

Ernesto De Vincentiis, assessore al Verde pubblico del Comune di Montesilvano, perde la pazienza e sbotta dopo aver letto la pubblica denuncia a mezzo stampa del "Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio".

Nella nota che la Onlus ha inviato alla nostra redazione, si accusava l'amministrazione comunale di aver compiuto un taglio indiscriminato di siepi e arbusti di oleandro sulla strada parco, senza un giustificato motivo se non quello di evitare una crescita eccessiva delle piante sempreverdi che poi rischierebbero di diventare cespugli pieni di ratti e immondizia.

"Ribadiamo ancora una volta - sottolinea l’assessore - sperando che sia l’ultima, che tutte le attività sulle piante nel nostro Comune, vengono realizzate dopo l’autorevole parere del nostro agronomo, Francesco Cellini, vicepresidente dell'Ordine degli agronomi e dei dottori forestali della provincia di Pescara. L’intervento è stato a lungo valutato dall’ufficio tecnico, che trova le sue motivazioni in ragioni tecniche e scientifiche. I casi di cronaca recente, in altre città o a Roma, dove la mancata manutenzione ha provocato danni ad auto e a persone, fanno facilmente comprendere come non si possa sottovalutare il problema".

L'agronomo incaricato spiega le ragioni in un'operazione tecnica che serve a ringiovanire gli oleandri:

"Dopo il taglio, infatti, gli oleandri emetteranno nuovi germogli basali, che potranno essere meglio gestiti, con opportune potature ed emetteranno fiori, sin dalle parti basse delle stesse. La scelta di effettuare un taglio basale, con arrotondamento dei cespi è una pratica consolidata, attuata sia nel settore del verde ornamentale, che in ambito selvicolturale, tale da migliorare il rigoglio vegetativo e facilitare le successive pratiche di gestione ordinaria".

Cellini conclude con una personale sottolineatura:

"La gestione degli alberi, arbusti e manti erbosi, si fonda su basi tecnico-scientifiche, frutto di studi e operazioni empiriche sul campo, affidate a tecnici e operatori qualificati del settore, riconosciuti e accreditati a livello nazionale e internazionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento