rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Attualità

Strada parco, sopralluogo del Conalpa: "Gli spazi vitali degli alberi vanno ripristinati"

La sezione Pescara-Chieti del Coordinamento nazionale alberi e paesaggio conferma le criticità e chiede l'intervento di uno staff di esperti: "Lavori incompatibili con l'equilibrio arboreo" e il comitato in difesa del viale alberato torna in piazza a protestare

“Intervenire tempestivamente con uno staff tecnico di esperti per valutare le criticità degli alberi toccati dai lavori e poi procedere al ripristino e il miglioramento di rozosfera e degli spazi vitali eliminando il cemento ed eseguendo lavori conservativi e di cura degli esemplari”. Con queste parole, dopo il sopralluogo di questa mattina il Conalpa (Coordinamento nazionale alberi e paesaggio) Pescara-Chieti, chiede di fare un passo indietro sui lavori che si stanno portando avanti sulla Strada parco per la realizzazione del percorso del filobus e intorno ai quali, soprattutto per gli alberi, si è sollevato un vero e proprio polverone. Al sopralluogo, fatto proprio per osservare in prima persona le criticità sollevate sul problema, insieme ai rappresentanti del Conalpa e il suo comitato scientifico, hanno preso parte anche gli attivisti del comitato Strada parco bene comune.

strada-parco-alberi-radici

Il Conalpa conferma quindi che gli spazi vitali degli alberi mancano e che si sono portati avanti interventi che hanno toccato le loro radici tanto he alcune di quelle delle palme presenti, sottolinea il coordinamento, sono state rimosse e questo può “incidere negativamente sulla loro salute e la loro stabilità. Sconvolgere, anche parzialmente, dei delicatissimi equilibri che gli alberi hanno sviluppato nel corso di molti anni, deve destare preoccupazione e attenzione”. “Resta chiaro - conclude il Conalpa - che lavori di questa portata, eseguiti purtroppo con mezzi meccanici a ridosso di un viale alberato ampiamente sviluppato, si stanno dimostrando totalmente incompatibili con il delicato equilibrio del patrimonio arboreo nella zona, con il rischio di creare molteplici problemi alla sicurezza. Ecco perché sarà necessario, per il futuro, monitorare continuamente, con analisi scientifiche e strumentali sulla stabilità e sulla salute, tutti gli alberi toccati dai lavori”.

La protesta del comitato andrà avanti anche oggi e domani, in occasione della tappa del Giro d'Italia. Oggi pomeriggio l'appuntamento è in piazza Salotto alle 18.30, mentre domani alcuni rappresentanti saranno alle 11 all'altezza dello stabilimento Il Moro, sulla riviera nord. “In una città che accoglie entusiasticamente il Giro d'Italia, risalta maggiormente il grave danno che comporta la perdita della Strada parco in quanto perfetta sede di mobilità dolce, a causa del progetto della filovia Pescara-Montesilvano – scrive il comitato in una nota -.Gli spazi residuali ai lati della corsia riservata non sono sufficienti per instradare tutto il flusso dei frequentatori in bici e a piedi. Passa il Giro e noi ci saremo, per dire una volta di più: lasciate in pace la Strada parco. Una rappresentanza simbolica del nostro Comitato per non interferire con l'atmosfera di festa della manifestazione”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada parco, sopralluogo del Conalpa: "Gli spazi vitali degli alberi vanno ripristinati"

IlPescara è in caricamento