Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

La denuncia del cantante Stash per un episodio nell'aeroporto di Pescara: "Disavventura per la mia compagna e nostra figlia di 5 mesi"

Il cantante dei The Kolors con un post su Instagram racconta quanto avrebbero subito la compagna Giulia Belmonte e la loro figlia nello scalo abruzzese

La compagna di Stash dei The Kolors, la pescarese Giulia Belmonte, e la loro figlia di 5 mesi, avrebbero subito un trattamento non gradito nell'aeroporto d'Abruzzo di Pescara ieri, giovedì 20 maggio.
Come riferisce Today, è lo stesso Stash su Instagram a raccontare: «Questa è la foto che immortala mia figlia mentre subisce (a 5 mesi di età) la prima angheria da parte di una persona talmente schifosa da non avere cuore neanche davanti ad un neonato», così inizia così il post con cui il frontman dei The Kolors e giudice di Amici, denuncia un episodio che sarebbe avvenuto nell'aeroporto d'Abruzzo di Pescara alla compagna Giulia Belmonte e alla loro figlioletta, Grace, nata cinque mesi fa.

Giulia lamenterebbe carenza di servizio da parte della struttura, tanto da lasciare in attesa lei e la bambina e da far perdere il biglietto aereo valido per entrambe. Il primo passo della vicenda è stata una Instragram Stories della Belmonte: «Questa mattina avevo un volo, sono arrivata in aeroporto e mi hanno detto che c'erano problemi con il biglietto. Io (trattata male dal personale, ma non voglio fare di tutta l'erba un fascio perché ci sono state persone gentili) con una bambina di cinque mesi ad aspettare che gli addetti si degnino di darmi risposte». 

La Belmonte lamenta, a suo modo di vedere, l'inefficienza dello scalo: «La mia esperienza con l'aeroporto di Pescara è totalmente negativa: mi hanno rimbalzata da uno sportello all'altro senza che nessuno sapesse darmi spiegazioni e senza che nessuno riuscisse a risolvermi il problema. La mia esperienza con Alitalia? Ancora più negativa: la responsabile poco carina, il call center del tutto assente (ho provato a chiamare più volte senza ricevere risposta) e, come ho già scritto, nessuno è riuscito, nessuno ha provato a trovare una soluzione, sono stata completamente ignorata. Alla fine io e Grace siamo tornate a casa. Duecento euro di biglietto buttati al vento e abbiamo dovuto acquistarne un altro». 

Non si è fatto attendere il successivo post di Stash: «Stai tranquilla amore», scrive su Instagram condividendo uno scatto della bambina, «rideremo facendoci il solletico domani e non oggi. Perché alcune persone sono talmente tristi dentro che non riusciranno mai a ridere come facciamo noi... neanche con il solletico». 

Come riferisce NapoliToday, la Belmonte, originaria di Città Sant'Angelo, questa mattina ha chiarito ulteriormente la vicenda nel dirsi felice degli attestati di solidarietà ottenuti (in molti le hanno detto di aver vissuto esperienze simili): «Ero nervosissima, sinceramente non mi arrabbio mai, sono la più tranquilla al mondo, e se mi fosse successo mentre ero da sola non gli avrei dato peso. Ero lì però con Grace, e dover aspettare tanto tempo con lei nel passeggino, che aveva sonno e doveva mangiare... Abbiamo acquistato un altro biglietto e cambiato tutti i nostri programmi. Vi farò sapere».

La Saga, la società di gestione dell'aeroporto d'Abruzzo, ha fornito la sua versione dei fatti, per i dettagli clicca QUI.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia del cantante Stash per un episodio nell'aeroporto di Pescara: "Disavventura per la mia compagna e nostra figlia di 5 mesi"

IlPescara è in caricamento