Attualità

Speed scout a Scafa, il Giudice di Pace annulla una multa ai danni di un automobilista: "Non è omologato"

Lo ha reso noto l'avvocato Carlotta Ludovici, legale dell'automobilista che ha presentato il ricorso relativo alla sanzione che gli era stata comminata dalla polizia municipale di Scafa

Il Giudice di Pace di Pescara con una sentenza del 21 giugno scorso, ha accolto il ricorso presentato da un automobolista contro una multa comminata dalla polizia municipale di Scafa mentre percorreva la Tiburtina. Sanzione che era stata notificata grazie all'utilizzo del dispositivo "Speed scout", l'autovelox installato all'interno dell'auto di servizio e che riesce a rilevare la velocità dei veicoli in movimento nella corsia opposta rispetto a quella di marcia.

Lo ha resto noto l'avvocato Carlotta Ludovici, legale dell'automibilista che dunque non dovrà pagare la sanzione e non avrà una decurtazione di punti dalla patente. Lungo la stessa strada, ha spiegato l'avvocato, esiste già un autovelox fisso nel territorio di Manoppello, anch'esso ritenuto illegittimo a seguito di un ricorso di un altro automobilista.

"Tale decisione segue e si conforma all'orientamento nomofilattico pressoché unanime dei giudici di merito e di legittimità a livello nazionale, nonché degli stessi Giudici onorari di Pace di Pescara, in tema di omologazione degli autovelox.

Con tale pronuncia, difatti, il Gop di Pescara, previa applicazione allo Scout speed della stessa normativa prevista per gli autovelox, ha ribadito per l’ennesima volta, in virtù della normativa vigente dettata dal Codice della Strada, che i procedimenti di approvazione ed omologazione dell’apparecchio di rilevamento della velocità sono ontologicamente differenti tra loro e che la seconda segue una procedura più complessa e pressante, evidentemente giustificata dall'utilizzo di un apparecchio che comprime in modo tanto rilevante diritti dei cittadini costituzionalmente garantiti, come la certezza dei rapporti giuridici e il diritto di difesa del sanzionato."

L'avvocato ribadisce che la caparbietà dei cittadini premia nonostante sia assurdo che migliaia di automoblisti debbano rivolgersi ad un giudice, con relativi costi, per le multe sollevate per mezzo dell'utilizzo di dispositivi di fatto fuori controllo e dichiarati dalla quasi universalità dei giudici come illegittimi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Speed scout a Scafa, il Giudice di Pace annulla una multa ai danni di un automobilista: "Non è omologato"

IlPescara è in caricamento