rotate-mobile
Attualità Centro / Via Venezia, 41

Un sondaggio per le votazioni del consiglio d’istituto del liceo classico

Concluso al D'Annunzio un innovativo progetto di analisi socio-politica e di democrazia partecipata a sostegno degli scrutini

Ieri si è concluso lo scrutinio per l’elezione dei rappresentanti degli studenti al consiglio d’istituto del liceo classico D’Annunzio di Pescara. Dopo una competizione molto partecipata da tutta la scuola sono stati eletti Eleonora Mucilli, Leonardo Cantagallo, Daniele Arata e Filippo Zuchegna. La peculiarità di quest’anno è che i risultati erano stati anticipati da un sondaggio pre-elettorale realizzato grazie all’immediata adesione da parte del dirigente scolastico, prof. Antonella Sanvitale, a un progetto proposto da due intraprendenti studenti, Giovanni De Thomasis e Alberto Manella della V E, con il supporto specialistico della vice preside Silvia Ciancetta, animatrice digitale della scuola.

Il progetto è particolarmente innovativo in ambito scolastico perché ha portato tra i banchi, non solo uno degli strumenti classici di monitoraggio dell’opinione pubblica usati in politica, ma anche un’iniziativa di studio socio-comportamentale e di democrazia partecipata, con l’ausilio di soluzioni informatiche per la somministrazione del questionario e l’elaborazione dei dati. Il monitoraggio non è stato mirato solo a rilevare le preferenze dei ragazzi rispetto ai candidati al consiglio d’istituto, ma anche a valutare eventuali cambi di opinione determinati dal dibattito in assemblea, e a sondare l’orientamento in merito a importanti decisioni da prendere all’interno della scuola. Il sondaggio è stato realizzato in due fasi su un campione rappresentativo di tutti i corsi, le classi e le sezioni dell’istituto: 550 studenti sul totale di circa 1300 dell’istituto.

un innovativo progetto di analisi socio-politica e di democrazia partecipata a sostegno delle votazioni del consiglio d’istituto del liceo classico di pescara-2

La prima fase è stata condotta prima del dibattito tra i candidati in occasione dell’assemblea d’istituto del 16 novembre. Al campione è stato inoltrato un set di domande volte a far esprimere, in forma anonima, non solo la preferenza di voto per i candidati all’assemblea d’istituto, ma anche la propria opinione in merito ai punti cardine di ogni lista: partecipazione agli scioperi, istituzione comitato di garanzia liceo classico europeo, riorganizzazione del servizio d’ordine, riorganizzazione dell’ora di educazione civica, fondazione di un giornale mensile del liceo, tavoli di discussione pomeridiani, istituzione di un gruppo di cheerleading, impegno civico e campagne di sensibilizzazione, creazione di un club del libro, validazione del diploma del liceo classico europeo, istituzione tutoraggio, programmi di orientamento universitario.

La seconda fase è stata realizzata dopo l’assemblea d’istituto per rilevare eventuali scostamenti nelle preferenze manifestate per i candidati, indotti dal dibattito in assemblea. Al sondaggio hanno aderito su base volontaria 300 studenti, vale a dire il 54,5% del campione estratto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un sondaggio per le votazioni del consiglio d’istituto del liceo classico

IlPescara è in caricamento