rotate-mobile
Attualità

Tua vuole riattivare il 70% della produzione, ma ai sindacati non basta: "Si può fare di più"

Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Faisa Cisal hanno incontrato i rappresentanti dell'azienda di trasporto pubblico locale per consegnare una documentazione "sull'elevata criticità che stiamo vivendo in questo momento"

Tua vuole riattivare il 70% della produzione a partire dal 31 maggio, ma ai sindacati non basta. Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Faisa Cisal hanno incontrato i rappresentanti dell'azienda di trasporto pubblico locale per consegnare una documentazione "sull'elevata criticità che stiamo vivendo in questo momento", come segnala Giammaria Ferrante della Filt Cgil.

Ecco cosa scrivono le 4 sigle:

"L’ordinanza regionale n. 58 impone a tutti i vettori di “riattivare almeno il 50% dei servizi (e non già della produzione) effettuati prima della riduzione Covid-19, pervenendo al 70% entro e non oltre il 31 maggio 2020”. Alla luce dei chiari obblighi imposti dalla Regione Abruzzo, si confida che il gestore applichi scrupolosamente quanto stabilito dalla suddetta ordinanza, entro e non oltre il 31 maggio".

I sindacati fanno notare che "in caso di riattivazione del 70% della sola “produzione”, come manifestato dal gestore, il servizio urbano continuerà ad essere enormemente deficitario a tutto danno del consumatore già gravato da tagli e restrizioni numeriche all’incarrozzamento degli automezzi".

Per quanto riguarda le corse garantite all'utenza, i sindacati parlano di "carenze di servizi" dopo il "drastico taglio" che "non ha alcuna ragione di essere mantenuto". Ricordando che l’ordinanza regionale n. 59 ha "ripristinato la piena libertà di circolazione sul territorio regionale senza ulteriori restrizioni", si invita dunque l'azienda "ad implementare con effetto immediato il servizio ripristinando i turni di lavoro invernali non scolastici". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tua vuole riattivare il 70% della produzione, ma ai sindacati non basta: "Si può fare di più"

IlPescara è in caricamento