rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità

I sindacati contro i vertici dell'Ersi: "Precludono le possibilità di carriera dei dipendenti e rifiutano il dialogo"

Le sigle sindacali Fp Cgil Abruzzo Molise, Cisl Fpl Abruzzo Molise e Uil Fpl Abruzzo contestano la mancanza di attenzione da parte dei vertici dell'ente regionale nei confronti dei sindacati

I sindacati Fp Cgil Abruzzo Molise, Cisl Fpl Abruzzo Molise e Uil Fpl Abruzzo intervengono per criticare il comportamento dei vertici dell'Ersi, l'ente regionale servizio idrico, dopo il ritiro dell'emendamento durante l'ultima seduta del consiglio regionale, proposto dalla stessa maggioranza, con il quale si andava ad abrogare l'articolo 20 della legge regionale 57/2023 che prevede il trasferimento di spazi occupazionali o il trasferimento di dotazione organica dalla Giunta Regionale all’Ersi stesso.

"Le organizzazioni sindacali non comprendendo le motivazioni di tale trasferimento, hanno chiesto un incontro al presidente dell’Ersi per condividere le ragioni di tale necessità. Ad oggi, si registra una mancanza di attenzione alle relazioni sindacali, in quanto il presidente non ha ancora convocato le scriventi le quali, con l’occasione, osservano come dal Fabbisogno triennale del personale non era emersa alcuna necessità di ulteriori assunzioni ed inoltre, tale richiesta ricade proprio a ridosso delle elezioni regionali. La richiesta di ulteriore personale presso l’Ersi di fatto danneggerà ulteriormente quello regionale, riducendo il numero delle assunzioni presso la Regione Abruzzo. La riduzione di assunzioni di certo non aiuta a supplire le carenze attuali in tutti i Dipartimenti Regionali, a partire del Dipartimento Sanità, Servizio Risorse Umane, Biblioteche regionali. Così facendo, verrà preclusa anche la possibilità di avviare le procedure di verticalizzazione interna che consentirebbe il diritto alla carriera del personale dipendente."

I sindacati poi denunciano l'assenza di risposta sia dalla Regione Abruzzo che dall'Ersi, che ha una propria personalità giuridica e un proprio bilancio:

"Chi pagherà le nuove assunzioni? Perché si vuole procedere in questa direzione, penalizzando i dipendenti della Regione e le conseguenti attività che già oggi sono in sofferenza?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindacati contro i vertici dell'Ersi: "Precludono le possibilità di carriera dei dipendenti e rifiutano il dialogo"

IlPescara è in caricamento