Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

La simulazione di un arresto cardiaco durante una partita di calcetto per imparare come prestare il primo soccorso

La singolare e lodevole iniziativa è stata organizzata da un gruppo storico di amici appassionati di calcetto a Pescara, i "Chiachilli", nato nel 1977

Hanno deciso di simulare un attacco cardiaco durante una partita di calcetto fra amici, per diffondere la cultura e l'informazione sul primo soccorso che spesso può fare la differenza fra la vita e la morte. Protagonisti dell'iniziativa un gruppo storico di amici appassionati di calcetto a Pescara, i "Chiachilli", nato nel 1977, ha deciso di prendere molto sul serio la formazione in materia di primo soccorso. Giovedì 27 giugno nella struttura sportiva Pescara 2, infatti, si svolgerà una simulazione di emergenza con le istruzioni del dottor Luigi Di Donfrancesco.

Durante la partita, un uomo di circa 60 anni simulerà un arresto cardiaco. Un compagno di squadra allerterà i soccorsi, segnalando che l'uomo a terra è non responsivo e senza polso. Seguendo le istruzioni dell'operatore del 118, i presenti inizieranno la Rcp (rianimazione cardiopolmonare) fino all'arrivo del team medico d'emergenza. La scena, seppur fortunatamente non reale, evidenzia l'importanza di conoscere e saper mettere in pratica le manovre di primo soccorso, anche per i gruppi sportivi amatoriali. Giovanni D'Addario, presidente e organizzatore dei Chiachilli, invita all'evento non solo i membri del suo gruppo, ma anche altre realtà sportive e chiunque sia interessato ad approfondire le proprie conoscenze in materia di primo soccorso.

"Troppi incidenti accadono  ed è fondamentale essere preparati, non farsi prendere dal panico e fare il possibile per salvare una vita umana. Ringraziamo il dottor Di Donfrancesco per la sua disponibilità, competenza e professionalità. Ci auguriamo che il nostro esempio venga seguito da altri gruppi e strutture sportive".

L'iniziativa dei Chiachilli rappresenta un esempio concreto di come la cultura del primo soccorso possa essere diffusa e radicata anche all'interno di contesti informali come i gruppi sportivi amatoriali. Un monito importante per tutti a prendersi cura di sé e degli altri, acquisendo le competenze necessarie per affrontare un'emergenza sanitaria con prontezza e sangue freddo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La simulazione di un arresto cardiaco durante una partita di calcetto per imparare come prestare il primo soccorso
IlPescara è in caricamento