Silvia Elena Di Donato conquista l’Argentina con “La maschera di Euridice”

Nuovo importante successo, a Bahia Blanca, per la poetessa-docente di Manoppello e la sua silloge edita da Masciulli Edizioni: "Mi hanno accolta con un calore sorprendente che mi ha profondamente commossa"

Nuovo importante successo per Silvia Elena Di Donato e la sua silloge poetica “La maschera di Euridice” edita da Masciulli Edizioni; dopo aver vinto numerosi e importanti premi nazionali e internazionali, la poeta abruzzese è arrivata oltreoceano, ospite - nella doppia veste di scrittrice e docente - del prestigioso Centro di Cultura Italiana “Dante Alighieri” nella città di Bahia Blanca in Argentina, in occasione della Settimana della lingua italiana nel mondo che si è svolta nei giorni scorsi.

La Di Donato ha raccontato la sua raccolta di versi dinanzi ad una numerosa platea, introdotta dal Prof. Sandro Abate, docente ordinario di Letterature Europee presso l’Universidad del Sur, che, ringraziando pubblicamente la Masciulli Edizioni, dichiara:

“La visita di Silvia Elena Di Donato è l’evento più importante dell’anno per la cultura italiana a Bahia Blanca”. 

La presentazione del libro si è tenuta sotto l’alto patrocinio del Console Generale d’Italia Antonio Petrarulo; all’organizzazione ha partecipato anche il Centro Abruzzese e Molisano di Bahia Blanca.

L’Argentina, meta di tanti emigranti Italiani in cerca di lavoro e migliori condizioni di vita nel secolo scorso, ha riservato alla Di Donato un’affettuosa accoglienza e il commovente omaggio finale del coro polifonico abruzzese, attivo  nella città da oltre cinquant’anni, che ha eseguito i canti tipici regionali.

“Mi hanno accolta con un calore sorprendente che mi ha profondamente commossa - dice la Di Donato - Troppo piccola la mia valigia per contenere emozioni, volti, parole, sorrisi, sguardi, gesti. Un membro del coro abruzzese mi ha donato la coccarda che aveva appuntata alla camicia abbracciandomi forte e senza dire neppure una parola; io neppure ho detto nulla, ci è bastato guardarci. Al di là dell’oceano, i figli e i nipoti degli emigranti italiani continuano a fare le ‘pizzelle’ e te le offrono con un sorriso ed una tenerezza che sanno di terra e radici: questo è poesia”.

Soddisfatto l’editore Alessio Masciulli, che può intestarsi il merito di aver dato voce ad un talento tutto abruzzese e la soddisfazione di essere stato l’unico editore Italiano presente alle manifestazioni organizzate in occasione della Settimana della lingua Italiana nel mondo:

“Meritatissimo il seguito che questo libro sta avendo - afferma Masciulli - spinto dalla forza inesauribile di Silvia Elena, un’ autrice capace di incantare ogni uditorio e veicolare con straordinaria padronanza linguistica e culturale la sua poesia oltre ogni confine”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enrico Remigio di Scafa arriva a quota 300mila euro a "Chi vuol essere milionario", resta solo la domanda da un milione

  • Dramma a Montesilvano, acqua bollente cade su un bimbo di 16 mesi e lo ustiona: è grave

  • Pescara, sciolto il nodo allenatore: arriva Di Biagio

  • Virus cinese: le indicazioni del Ministero della Salute anti-coronavirus

  • Il Pescara ha deciso: sarà Nicola Legrottaglie il nuovo allenatore

  • Enrico Remigio di Scafa è il primo concorrente della nuova edizione di "Chi vuol essere milionario"

Torna su
IlPescara è in caricamento