rotate-mobile
Attualità

Sicurezza: per monitorare la città tutte le forze dell'ordine accederanno alla control room

Il sindaco Masci: "A breve un protocollo d'intesa per consentire di agganciarsi al sistema da remoto, l'episodio drammatico di ieri ha dimostrato che funziona" e il questore chiede cautela nelle indagini perché dare nomi sbagliati possono portare a gravi conseguenze

Il grave e drammatico episodio consumatosi ieri a piazza Salotto ha rappresentato, involontariamente, una sorta di prova generale sulle potenzialità del sistema di videosorveglianza presente in città e la cui control room è gestita dagli informatici della polizia municipale. A breve, infatti, sarà firmato un protocollo d'intesa tra l'amministrazione e le forze dell'ordine per far sì che, da remoto, tutte le forze dell'ordine abbiano accesso alle videocamere così da poter coordinare gli interventi e identificare chi commette reati. Ad annunciarlo è stato oggi il questore di Pescara Luigi Liguori, a confermarlo a IlPescara è il sindaco Carlo Masci che spiega come, di fatto, è quanto già avvenuto ieri dopo che Federico Pecorale  ora indagato per tentato omicidio e detenzione abusiva di armi, ha sparato a Yalfri Guzman, cuoco 23enne di Casa Ristò, quattro colpi di pistola per poi tentare di tornare in Svizzera dove risiede con la famiglia a bordo di un taxi.

“E' stata una specie di prima volta del funzionamento del sistema che nasce proprio con questo intento – spiega Masci – e ha funzionato. Neanche a farlo di proposito proprio per oggi era stato fissato un incontro in prefettura per cui il protocollo sarà firmato a breve. Grazie a quelle telecamere e l'azione congiunta delle forze dell'ordine si è riuscito ad individuare il responsabile e lo si è riusciti a fermare. Con il protocollo – ribadisce il sindaco – tutte le forze dell'ordine potranno collegarsi alla control room da remoto. Abbiamo dimostrato che l'investimento fatto è giusto e che può dare alla città più sicurezza. Chi entra e esce oggi da Pescara viene visto dal sistema”.

Sul tema interviene anche l'assessore comunale alla sicurezza urbana e ai servizi di videosorveglianza Adelchi Sulpizio che, proprio in riferimento a quanto accaduto ieri, sottoinea come sia ancor più necessario oggi scommettere sull'implementazione dei sistemi di controllo del territorio come fatto, appunto, con la control room. L'occasione anche per lui per complimentarsi con le forze dell'ordine "per la veloce conclusione delle indagini che hanno permesso di rintracciare e arrestare il responsabile del ferimento ai danni di un ragazzo di soli 23 anni".

Sempre in tema di sicurezza, soprattutto personale, il questore ha oggi invitato tutti alla cautela quando avvengono episodi di cronaca gravi come quello di ieri pomeriggio. Tanti i nomi, le foto e i video circolati sui social e tutti sbagliati. Di qui l'invito a dare informazioni solo quando le fonti sono quelle ufficiali e i dati certi per evitare che chi è estraneo ad una vicenda subisca, magari, minacce verbali o fisiche evitando anche eventuali citazioni in giudizio. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: per monitorare la città tutte le forze dell'ordine accederanno alla control room

IlPescara è in caricamento