rotate-mobile
Attualità

Aggressioni in pronto soccorso, l'Ugl: "Stanchi delle promesse, la Asl mantenga gli impegni e metta due guardie per turno"

Il sindacato torna ad intervenire sul problema dopo gli ultimi episodi avvenuti nel presidio e chiede all'Azienda sanitaria di fare quanto promesso e cioè aumentare il numero delle guardie giurate

“Il sindaco è stanco dell'atteggimaneto della Asl che ormai da diverso tempo ha più volte anche a mezzo stampa dichiarato che avrebbe aumentato la vigilanza e rafforzato la sicurezza, ma allo stato attuale la guardia giurata addetta alla sicurezza del pronto soccorso resta una sola per turno ed è quella che deve stare in prima linea con gli utenti che mostrano atteggiamenti aggressivi e pericolosi”.

Una denuncia rinnovata per l'ennesima volta quella della segreteria regionale dell'Ugl sicurezza civile e dell'Ugl salute Abruzzo che torna a chiedere all'Azienda sanitaria “di tenere fede agli impegni presi”.

Le aggressioni e i momenti di tensione si continuano a registrare nel presidio e proprio l'ultimo di questi di cui si è reso protagonista un uomo che in stato di ebrezza avrebbe rifiutato le cure minacciando personale e sicurezza con un coltello a serramanico, ha riportato il tema al centro del dibattito. L'intervento politico questa volta è arrivato dai consiglieri comunali di Fratelli d'Italia che al prefetto Giancarlo Di Vincenzo hanno rivolto il loro appello perché si intalli il metal detector.

Uno strumento che potrebbe di certo essere utile anche per il sindacato, ma la prima cosa su cui intervenire è proprio quella del personale. “Non ci sono controlli agli ingressi del pronto soccorso, quindi pazienti e utenti entrano portando all'interno qualsiasi tipo di oggetto o sostanza – afferma ancora la sigla -. Chiediamo per l'ennesima volta che vengano rispettati gli mpegni con l'aggiunta di almeno una guardia per turno per far sì che almeno si sia in due: una persona sola non è sufficiente e non può coprire tutte le esigenze del pronto soccorso in termini di sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni in pronto soccorso, l'Ugl: "Stanchi delle promesse, la Asl mantenga gli impegni e metta due guardie per turno"

IlPescara è in caricamento