rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità Bussi sul tirino

Sentenza Bussi, la Cgil: "La Val Pescara rischia di essere abbandonata"

La Cgil Abruzzo interviene in merito alla sentenza della Cassazione riguardante la discarica di Bussi. "La Val Pescara rischia di essere dimenticata, pericoloso precedente per tutte le discariche italiane"

La Val Pescara, dopo la sentenza della Cassazione su Bussi, rischia di essere dimenticata ed abbandonata. A parlare è la Cgil Abruzzo, che interviene dopo la decisione dei giudici di assolvere o prescrivere tutti gli imputati. Secondo il sindacato, di fatto non si accertano le responsabilità riguardanti quella grave vicenda, creando fra l'altro un precedente giudiziario pericoloso per tutte le discariche italiane.sul fronte delle bonifiche dei siti.

"L'accertamento delle responsabilità e la condanna di chi le ha commesse, avrebbe consegnato la speranza di un rilancio del territorio, con una bonifica finalizzata a mettere in sicurezza ambiente e territorio, generando attività produttive,  servizi e posti di lavoro, nonché valorizzato le aree interne. Questa sentenza rischia di mettere una pietra tombale sul futuro di quell'area.

Nell'esprimere tutta la nostra preoccupazione, riteniamo che la Regione Abruzzo si attivi con la massima urgenza, coinvolgendo tutte le parti interessate, a partire dal Ministero dell'Ambiente, per definire modi e tempi certi per la realizzazione del progetto di bonifica e restituire ad una comunità già fortemente segnata da questa vicenda un futuro

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenza Bussi, la Cgil: "La Val Pescara rischia di essere abbandonata"

IlPescara è in caricamento