rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Il matematico Sebastiani sul Covid: "Picco fra 5-10 giorni, l'Abruzzo ha i numeri per passare in zona gialla"

La nostra regione, spiega il matematico che si occupa di elaborare modelli di previsione dell'andamento dei contagi, fra oggi e i prossimi giorni avrà tutti i parametri da zona gialla

Il picco di contagi in Italia dovrebbe essere raggiunto, se l'andamento della curva proseguirà come nei giorni scorsi, fra 5 - 10 giorni. Lo ha detto il matematico Giovanni Sebastiani dell'Istituto per le applicazioni del calcolo 'Picone' del consiglio nazionale delle ricerche aggiungendo che successivamente potrà esserci una fase di stabilità e "plateau" seguita dalla discesa della curva. Il matematico ha aggiunto che però va valutata la variabile del Capodanno che potrebbe cambiare parzialmente l'andamento considerando che quest'anno, a differenza della fine del 2020, non vi erano sostanziali restrizioni per gli incontri e l'interazione sociale. Da considerare anche i saldi e la riapertura delle scuole la cui riapertura, secondo Sebastiani, dovrebbe essere posticipata considerando l'alta incidenza dei contagi proprio nella fascia under 20. L'esperto poi spiega come diverse regioni, fra cui l'Abruzzo, sono destinate a cambiare colore nei prossimi giorni:

"Sarebbe utile vaccinare in modo selettivo con terze dosi agli over 70 e incentivo per prima e seconda agli under 30, tra i quali è massima la circolazione del virus. Vediamo i dati di oggi sull'occupazione ospedaliera , la mia lavagna comunque ha già i numeri per un cambio di colorazione per alcune regioni da venerdì. Si tratta dell'Emilia Romagna, che ha già i numeri da giallo, e di Toscana, Umbria, Abruzzo e Valle D'Aosta che potrebbero averli oggi o entro pochi giorni.

La previsione per questa settimana sarà quindi di un Centro-Nord colorato di giallo con Liguria in arancione. Certo, bisogna attendere i dati di oggi di Agenas. Potrebbero infatti verificarsi situazioni analoghe a quelle della Lombardia a dicembre e della Campania ieri, dove l'aumento della capienza dei reparti ospedalieri ha compensato l'aumento dei ricoveri, portando la percentuale sotto le soglie critiche per la zona gialla. Infine, chi rischia al momento l'arancione in 2-3 settimane sono anche Marche e Piemonte".

Sulla pericolosità della variante Omicron Sebastiani, ad Adnkronos, ha concluso che in base ai dati del Sudafrica la letalità sembra essere di un terzo rispetto a giugno 2021, ma il paragone va preso con prudenza per l'Italia che ha una popolazione con età media molto più alta:

"Mentre la veloce diffusione di Omicron contribuirà a immunizzare in maniera naturale le persone (vaccinati e non)"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il matematico Sebastiani sul Covid: "Picco fra 5-10 giorni, l'Abruzzo ha i numeri per passare in zona gialla"

IlPescara è in caricamento