rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Tre scuole del Pescarese aderiscono al progetto 'Collaborative mapping'

Il progetto si divide in tre fasi. Il cuore pulsante delle attività è una mappatura emotiva del territorio che ha l'ambizione di riscoprirlo

Tre scuole del Pescarese aderiscono al progetto 'Collaborative mapping', nell'ambito del Piano nazionale scuola digitale. Si tratta dell'istituto comprensivo Pescara 5-Rossetti, dell’istituto comprensivo di Rosciano e dell’omnicomprensivo di Popoli. C'è poi una quarta scuola abruzzese: l’istituto di istruzione superiore Ovidio-Sulmona. 

“Il progetto 'Collaborative mapping' - commentano i rappresentanti degli istituti - è partito con un laboratorio innovativo di formazione tenutosi a Lisbona nel febbraio 2020 con la partecipazione di 38 docenti provenienti da tutta Italia, con la regia di Lorenzo Micheli, formatore e manager di Futura Italia, e grazie alla visione ambiziosa delle dirigenti scolastiche Alessandra Onofri dell’Ipsseoa Costaggini di Rieti e Laura Virli dell’Iss Pascal di Pomezia”.

Il progetto si divide in tre fasi: la prima dedicata alla formazione di 17 docenti (tra i quali 13 della secondaria di primo grado e 4 della secondaria di secondo grado, la seconda lo vede ramificarsi nelle scuole, tra gli alunni e la terza prevede la restituzione dei progetti delle singole scuole, valutati da una giuria di esperti e di figure istituzionali, per la designazione dei vincitori dei due ordini di scuola che concorreranno alla fase finale nazionale.

“Il cuore pulsante delle attività è una mappatura emotiva del territorio che ha l'ambizione di riscoprirlo, osservando i luoghi con occhi diversi, ovvero con l'uso di lenti di ingrandimento che è possibile indossare attraverso filtri emozionali che permettono di vedere, come se fosse la prima volta, la straordinarietà di un luogo - aggiungono i responsabili abruzzesi del progetto - Altra importante ambizione è quella di incentivare soprattutto i giovani nel saper individuare le potenzialità dei luoghi che sono invece abituati a vedere delle volte con apatia e distacco, per poterli difendere e valorizzare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre scuole del Pescarese aderiscono al progetto 'Collaborative mapping'

IlPescara è in caricamento