Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Scuole poco sicure, sopralluogo di Alessandrini e Cuzzi: "Stop agli allarmismi di propaganda"

Il primo cittadino assieme all'assessore Cuzzi ed al dirigente comunale Polce si è recato in diversi istituti scolastici comunali per verificare la situazione

Sopralluogo in diverse scuole comunali del sindaco Alessandrini assieme all'assessore Cuzzi ed al dirigente Polce, per verificare la situazione sul fronte della sicurezza e dei lavori. La visita arriva a seguito dell'incontro in Prefettura riguardante le quattro scuole dove ci sarebbero delle criticità e delle polemiche con l'associazione "Pescara Mi Piace" che ha chiesto la chiusura precauzionale di quegli edifici scolastici.

Il sopralluogo è iniziato nella scuola Antonelli dove sono stati illustrati agli insegnanti gli interventi che saranno realizzati non appena arriveranno i fondi richiesti. Successivamente il sindaco ha fatto tappa all'Istituto Comprensivo 1, dove ricadono la Andersen, la Rodari e la primaria Don Milani. Qui alcuni interventi sono già stati eseguiti: alla Rodari-Andersen è stata eseguita la messa in sicurezza di tutte le facciate e ripristinati gli intonaci di quella anteriore dell’edificio, la zona posteriore, dove sono state eseguite le spicconature delle pareti esterne, il ripristino sarà appaltato entro il mese di settembre ed eseguito a ottobre. 

SCUOLE POCO SICURE, ANCORA POLEMICHE

Infine nella media Michetti gli interventi di manutenzione sono già conclusi dopo i problemi registrati lo scorso inverno. Alessandrini ha quindi ribadito che l'amministrazione comunale ha sempre avuto un dialogo attivo con il mondo della scuola e si è attivata per reperire fondi necessari agli interventi di messa in sicurezza delle scuole che, come tutti gli edifici costruiti in città prima del 2005, di fatto non sono a norma sul fronte della sismicità, ma lo sono per i collaudi statici.

Sulla sicurezza abbiamo puntato: investendo un milione di euro per gli studi di vulnerabilità e 4 milioni ancora in corso per interventi di miglioramento sismico e di manutenzione straordinaria degli immobili a cui si aggiungono i 150 mila euro per la manutenzione straordinaria che faremo nel mese di ottobre.

Un’attenzione dimostrata anche dagli interventi progettati, che ci vedono a metà della graduatoria regionale degli interventi per 6,5 milioni di euro. Questo perché è un argomento su cui non siamo stati e non saremo inerti come chi ci ha preceduto e oggi spera che sollevando ombre e dubbi la comunità dimentichi come nostra priorità totale e che gli amministratori di ieri hanno sostanzialmente ignorato. 

Il consenso costruito sulla paura è un consenso avvelenato ed esprimiamo tutto il nostro sdegno per un modo di fare politica il lavoro mancato”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole poco sicure, sopralluogo di Alessandrini e Cuzzi: "Stop agli allarmismi di propaganda"
IlPescara è in caricamento