rotate-mobile
Attualità

Il grido di dolore delle scuole di lingue, Bortone: "Luci spente, siamo al collasso"

Secondo l’ultimo Dpcm e il Decreto Ristori bis le scuole di lingue e i centri di certificazione linguistica possono operare solo con una didattica a distanza talvolta non adeguata. Ecco che cosa dichiara la fondatrice dell’Athena Docet International House di Pescara

Secondo le disposizioni dell’ultimo Dpcm e del Decreto Ristori bis le scuole di lingue e i centri di certificazione linguistica possono operare solo con una didattica a distanza talvolta non adeguata, difficilmente fruibile, ed è così che migliaia di studenti sono costretti ad interrompere i corsi per i quali le famiglie avevano investito tempo e risorse e fiducia di utilità a breve termine perché la didattica a distanza su percorsi non curriculari non è sufficientemente apprezzata e gli esami di fine corso non possono essere sostenuti online.

Se ne conclude che la pandemia stia privando i giovani della più grande liberta ossia la libertà di avere una competitiva istruzione al passo con il mondi globalizzato. Una protesta al buio quella degli operatori del settore ad indicare il buio in cui sono state relegate ai margini ed il buoi delle tenebre dell’ignoranza a cui vengono condannate le nuove generazioni ed il buio del sipario che scende spegnendo la speranza di restare in attività.

Ecco che cosa dichiara Alessandra Bortone, fondatrice dell’Athena Docet International House di Pescara: “Oggi noi scuole di lingue e centri di certificazione linguistica alle 18 spegneremo le luci in segno di disapprovazione nei confronti dell’ultimo Dpcm e del Decreto Ristori bis. Da 34 anni la porta della nostra scuola di lingue è aperta a studenti di ogni età che vogliono migliorare la propria preparazione linguistica e dare valore aggiunto alla formazione ed oggi noi, come tante altre attività sul territorio rischiamo di chiudere quella porta per sempre ed insieme a quella porta si chiudono grandi opportunità per il futuro di un’intera generazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il grido di dolore delle scuole di lingue, Bortone: "Luci spente, siamo al collasso"

IlPescara è in caricamento