Attualità

Scuole dell'Infanzia, il sindaco Masci proroga l'ordinanza per la chiusura

Il primo cittadino di Pescara decide di prolungare di un'altra settimana la didattica a distanza per i bambini dai 3 ai 5 anni

Le scuole dell'Infanzia di Pescara resteranno chiuse anche la prossima settimana.
Il sindaco Carlo Masci ha infatti deciso di prorogare l'ordinanza per la chiusura con il proseguimento della didattica a distanza (Dad).

Il primo cittadino mantiene chiusi anche parchi cittadini e aree verdi.

Questo quanto ordina nel dettaglio: «La proroga sino al 14 marzo 2021 delle diposizioni contenute nell’ordinanza numero 24 del 16 febbraio 2021, limitatamente alla sospensione di tutte le attività didattiche in presenza nelle scuole dell'Infanzia del Comune di Pescara, pubbliche e private, e delle diposizioni dell’Ordinanza numero 27 del 20 febbraio 2021 relative alla chiusura di tutti i parchi cittadini, dei giardini, delle aree verdi, della riserva naturale Pineta Dannunziana e della riserva pineta Santa Filomena, già prorogate con Ordinanza Sindacale numero 30 del 26 febbraio 2021».

Nel motivare la decisione, Masci segnala nell'ordinanza come «nel periodo 27 febbraio-5 marzo 2021 sono stati notificati all'Ente 563 nuovi casi di positività al Covid-19 (media di 80 casi/giorno) e 14 decessi di soggetti positivi al virus residenti nel Comune». 
Nell'ordinanza viene anche riportato il contenuto della nota di oggi, sabato 6 marzo, inviata da Giustino Parruti, direttore dell'ospedale Covid e componente della task force regionale, che segnala come: 

«La situazione di rischio epidemiologico si sia, nel contesto della città e nel paragone col resto della Provincia, mantenuta sostanzialmente stazionaria, senza chiari e significativi elementi di miglioramento. In particolare elevato rimane il numero assoluto dei nuovi casi incidenti in città, il carico dell’ospedale per quanto attiene all’occupazione dell’area Covid, e la proporzione di tamponi positivi incidenti nella fascia di età <20 anni rispetto al totale dei nuovi casi. Per tali ragioni, si ritiene inopportuno in questo momento un alleggerimento delle restrizioni poste in essere nelle precedenti settimane, anche e soprattutto per non vanificare gli effetti di quanto sin qui indotto dalle vigenti restrizioni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole dell'Infanzia, il sindaco Masci proroga l'ordinanza per la chiusura

IlPescara è in caricamento