rotate-mobile
Attualità

Trasporto pubblico abruzzese, proclamato lo sciopero degli autisti il 4 giugno

Lo scontro tra Tua e sindacati che parlano di "una situazione insostenibile"

La situazione del trasporto pubblico nella regione Abruzzo sta raggiungendo livelli critici. Le segreterie regionali dei sindacati hanno scritto ai vertici della Regione e presentato un esposto all'Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART), denunciando il grave stato di disservizi e il taglio delle corse operato da TUA S.p.A., l'azienda di trasporti locali.

I cittadini, tra cui numerosi lavoratori, studenti e pendolari, sono ormai esasperati. Molti di loro sono costretti a utilizzare mezzi privati per rispettare gli orari di lavoro e scolastici, aggravando ulteriormente la situazione del traffico e l'impatto ambientale.

La causa principale di questo caos è attribuita alla cronica carenza di personale all'interno di Tua S.p.A. Le proteste degli utenti si sono intensificate, con numerose chiamate al numero verde e ai centralini aziendali, segnalando disservizi e disagi quotidiani. In una mossa controversa, l'azienda ha deciso di attribuire la responsabilità di questi disservizi al personale, emettendo contestazioni disciplinari contro coloro che rifiutano di effettuare straordinari eccessivi.

I sindacati Cgil, Cisl, Uil e Cisal, da tempo impegnati a "sollecitare nuove assunzioni", si trovano "di fronte a un muro di indifferenza da parte della dirigenza aziendale. La mancanza di risposte concrete e il peggioramento delle condizioni di lavoro hanno portato alla proclamazione di uno sciopero del trasporto pubblico previsto per il 4 giugno".

"È una situazione insostenibile," dichiarano i rappresentanti sindacali. "Chiediamo da tempo un intervento risolutivo, ma le nostre richieste vengono sistematicamente ignorate. Questo sciopero è l'ultima risorsa per far sentire la nostra voce e quella degli utenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico abruzzese, proclamato lo sciopero degli autisti il 4 giugno

IlPescara è in caricamento