rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità

Manifestazione degli infermieri a Pescara per i colleghi deceduti per il Covid-19 e per il mancato riconoscimento economico

Queste le motivazioni del flash-mob organizzato a Pescara dal Nursind in programma in piazza Alessandrini domani alle ore 10, martedì 9 giugno, davanti all'assessorato alla Sanità

Onorare i colleghi infermieri deceduti a causa del Covid-19 (40 in tutta Italia di cui 1 in Abruzzo) e manifestare tutto il dissenso e il disappunto in riferimento al mancato riconoscimento professionale ed economico promessi durante la fase acuta della pandemia  e che oggi, con l’emergenza in via di risoluzione, sembrano già dimenticati. 
Queste le motivazioni del flash-mob organizzato a Pescara dal Nursind in programma in piazza Alessandrini domani alle ore 10, martedì 9 giugno, davanti all'assessorato alla Sanità.

L'appuntamento è davanti all'assessorato della Sanità in via Conte di Ruvo.

«Infatti», si legge in una nota del Nursind, «da alcuni documenti analizzati, sembrerebbe che le istituzioni si stiano già dimenticando degli “eroi" infermieri, tecnici sanitari, Oss e autisti di ambulanze che hanno pagato un prezzo altissimo anche, tra l’altro, per la carenza dei dispositivi di protezione individuale, che non sono stati precocemente messi a disposizione. In Abruzzo i fondi regionali finora stanziati sono insufficienti e iniqua è la loro ripartizione, visto che la stessa sembrerebbe escludere da qualsivoglia riconoscimento o indennizzo anche i colleghi che hanno avuto la “colpa” di essere stati contagiati dal virus, in quanto operanti in reparti cosiddetti “Covid free”, che evidentemente tali non erano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione degli infermieri a Pescara per i colleghi deceduti per il Covid-19 e per il mancato riconoscimento economico

IlPescara è in caricamento