rotate-mobile
Attualità Portanuova / Viale Guglielmo Marconi

Sartorelli (Aci) su viale Marconi: "Cantiere infinito e pericoli per il caso senza controllo"

Il presidente dell'Aci di Pescara torna nuovamente sulla questione della viabilità in viale Marconi dopo i recenti incidenti avvenuti negli ultmi giorni

Il presidente dell'Aci Pescara Giampiero Sartorelli interviene in merito alla questione della viabilità lungo viale Marconi, anche a seguito dell'incidente avvenuto ieri e per i problemi di sicurezza stradale riscontrati con l'avanzamento del cantiere per il nuovo assetto viario.

"Dopo il nostro intervento del novembre 2021, in cui sostenevamo la pericolosità delle modifiche apportate a questa fondamentale strada della nostra città, i lavori sono proseguiti e sono ancora in corso, con una lentezza estenuante e con una serie di ripensamenti in corso d’opera del tutto ingiustificati per un progetto così importante.

Ed intanto, come segnalato da alcuni cittadini e come è sotto gli occhi di tutti, in viale Marconi regna l’anarchia: tutti fanno quello che vogliono, non si rispettano le regole del codice, si parcheggia ovunque, biciclette e monopattini utilizzano il marciapiede e via dicendo. Per carità, questa è l’unica colpa che non ha l’Amministrazione e gli unici responsabili sono quei nostri concittadini che non hanno alcun senso civico ed andrebbero puniti per questo."

La strada, spiega Sartorelli, è un cantiere aperto con continue interruzioni, e si fa fatica a comprendere le regole e la segnaletica, nel più totale disinteresse e in assenza di controlli che rischiano di mettere in pericolo soprattutto l'utenza più debole:

"Sono tanti i ciclisti che utilizzano viale Marconi e la completa assenza di una pista ciclabile li obbliga a percorrere la viabilità ordinaria, con grave pericolo per la loro incolumità. Basta mettere una ruota di pochi centimetri oltre la linea di Stop o superare la linea che divide le corsie per qualsiasi motivo e si rischia di essere investiti. Stesso discorso per i pedoni, che non hanno certo vita facile e devono con molta attenzione valutare e sperare che chi occupa una delle quattro corsie si sia reso conto della loro presenza.

Per non parlare dei passaggi pedonali all’interno delle rotatorie, nostra prima critica al progetto: sono ancora lì e rendono veramente complicata la convivenza pedoni/auto/moto/bus, è un vero e proprio errore tecnico che andava sanato immediatamente."

La mancanza di spazio, conclude Sartorelli, è la causa di tutto i problemi di questo progetto, ricordando che l'Aci da tempo lo aveva annunciato senza essere però presa in considerazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sartorelli (Aci) su viale Marconi: "Cantiere infinito e pericoli per il caso senza controllo"

IlPescara è in caricamento