menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanzionate 66 persone e 7 esercizi commerciali dal 24 dicembre al 6 gennaio per violazione delle norme anti Covid

Nuova riunione questa mattina in prefettura allo scopo di predisporre nuovi controlli in vista della zona arancione dei prossimi giorni

Sanzioni per 66 persone e 7 esercizi commerciali nel periodo delle feste di Natale dal 24 dicembre al 6 gennaio per il mancato rispetto delle restrizioni anti Covid-19 (Coronavirus).
Questo il resoconto dei controlli disposti dal prefetto Giancarlo Di Vincenzo e predisposti dal questore Luigi Liguori nel territorio provinciale.

Questo il bilancio dei controlli dalla vigilia di Natale al giorno dell'Epifania:

  • controllate 4.092 persone e 594 esercizi commerciali;
  • sanzionate 66 persone e 7 esercizi commerciali, per uno dei quali è stata disposta anche la chiusura provvisoria.

Dal confronto tra i controlli svolti e le violazioni riscontrate trova conferma la grande attenzione dei cittadini al rispetto delle regole, fanno sapere dalla prefettura, «è il momento di non abbassare la guardia, ma bisogna continuare nei comportamenti quotidiani a rispettare scrupolosamente le prescrizioni anticovid».

Per questo motivo, nella mattinata odierna, il prefetto Giancarlo Di Vincenzo, ha tenuto una riunione di coordinamento delle forze dell’ordine alla quale hanno preso parte il questore Liguori, il tenente colonnello  Gaetano La Rocca dell’Arma dei carabinieri, il colonnello Miseri della guardia di finanza, e il comandante della polizia locale di pescara, colonnello Danilo Palestini. All’ordine del giorno la rimodulazione dei controlli anticovid alla luce delle disposizioni introdotte dal decreto legge 5 gennaio 2021, numero 1 che, tra l’altro, stabilisce l’applicazione per i giorni 9 e 10 gennaio delle misure previste per la zona “arancione”.

Nel corso della riunione sono state condivise le linee delle prossime attività di controllo che si concentreranno, in modo particolare sul:

  • divieto di assembramento;
  • rispetto delle prescrizioni da parte degli esercizi commerciali;
  • corretto uso delle mascherine;
  • divieto di spostamento tra i comuni con le note eccezioni nei giorni in fascia arancione del 9 e 10 gennaio.

È stato anche condiviso il supporto delle forze dell’ordine, al verificarsi di situazioni di criticità, ai volontari della protezione civile che avranno un ruolo di sensibilizzazione nelle fermate dei mezzi pubblici nei confronti degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado al fine di evitare assembramenti, alla ripresa dell’anno scolastico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento