rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità Ospedale

Sanità, la dirigenza medica sciopera il 23 novembre: le ragioni dell'Anaao

Fabio Di Stefano, segretario aziendale di Pescara: "Il superlavoro e le aggressioni al personale aggravano una situazione già molto critica". Sotto accusa anche la mancata programmazione di nuove assunzioni 

Fabio Di Stefano, segretario aziendale Anaao Pescara, interviene in vista dello sciopero nazionale della dirigenza medica che si terrà il 23 novembre:

“Lo sciopero richiama l’attenzione su una serie di criticità che condurranno in breve al completo smantellamento del servizio sanitario nazionale. Le condizioni di lavoro sono sempre più disagiate. Nella Asl di Pescara alcune unità operative sono composte in maggioranza da precari con il rischio che alla prima occasione questi possano andare via, mettendo in ginocchio le attività specialistiche interessate. Un altro elemento di criticità riguarda le ripetute aggressioni del personale, con un ulteriore scadimento delle condizioni di lavoro, già onerate da eccessi orari e impossibilità a fruire delle ferie”.

Di Stefano segnala varie problematiche da risolvere:

  • contratto non rinnovato da dieci anni
  • omessa stabilizzazione dei precari
  • invecchiamento della dirigenza sanitaria e medica a cui non si contrappone la programmazione di nuove assunzioni 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la dirigenza medica sciopera il 23 novembre: le ragioni dell'Anaao

IlPescara è in caricamento