rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Attualità

Ufficiale la settimana corta e riscaldamento a 19 gradi nelle scuole pescaresi

Incontro nella sala consiliare del Comune di Pescara tra l'assessore alla Pubblica Istruzione, Gianni Santilli, e le dirigenti scolastiche degli istituti comprensivi

Incontro nella sala consiliare del Comune di Pescara tra l'assessore alla Pubblica Istruzione, Gianni Santilli, e i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi cittadini in vista dell'avvio delle lezioni dell'anno 2022-2023.
Insieme a Santilli anche dirigenti e funzionari comunali oltre a un saluto del sindaco Carlo Masci.

Diversi i temi sul tavolo, altrettante le risposte che Santilli ha fornito alle dirigenti scolastiche presenti.

L'incontro è stato incentrato sulle priorità organizzative e logistiche da affrontare a dieci giorni dall’avvio dell’anno scolastico fissato per il 12 settembre. Nel dettaglio si è parlato di edilizia scolastica ed efficientamento energetico, servizio mensa, settimana corta e riduzione dell’orario di riscaldamento (a causa delle crisi internazionale), misure di prevenzione da adottare nella malaugurata ipotesi di ripresa del fenomeno pandemico, insediamento del consiglio dei bambini e delle bambine, coinvolgimento delle scuole nelle attività del Piano sociale di zona e in progetti educativi. Riguardo alla cosiddetta “settimana corta”, l’assessore Santilli ha concordato con la dirigente del Comprensivo 2, unico istituto finora a non attuarla, un allineamento con le altre scuole, soprattutto alla luce delle crisi energetica internazionale che sta avendo ovvi riflessi anche a livello locale; restando in questo ambito, ma relativamente al servizio di riscaldamento, si è convenuto di tarare la temperatura sui 19 gradi durante la presenza negli istituti di alunni, insegnanti e personale, lasciando per il resto inalterato l’orario di accensione degli impianti.

Le mense

Altro argomento prioritario trattato questa mattina, quello relativo al servizio mensa. «Alla presenza dell’impresa del Gruppo Serenissima, che si occupa della fornitura dei pasti presso le scuole comunali», specifica Santilli, «si è stabilito di continuare a somministrare i pasti all’interno delle classi, misura adottata già lo scorso anno onde evitare assembramenti e quindi per limitare i rischi di diffusione del Covid. Puntualizzo però che questa scelta sarà a termine, ossia per un mese, dal 19 settembre (quando inizierà il servizio) al 19 ottobre; soltanto dopo si valuterà la situazione relativa allo stato della pandemia e quindi, ove ve ne siano le condizioni sanitarie e gli spazi sufficienti, si potrà tornare nei refettori». Alla riunione è brevemente intervenuto anche il presidente del consiglio comunale Marcello Antonelli che ha affermato che è in atto l’iter per giungere quanto prima a insediare il consiglio dei bambini e delle bambine.

Infine, i dirigenti e i funzionari presenti hanno confermato come i lavori di adeguamento in corso in alcuni edifici scolastici che presentano qualche esigenza stiano procedendo senza intoppi. Nel caso in cui gli interventi siano programmati anche oltre la data del 12 settembre, questi non comporteranno alcun disagio per lo svolgimento delle attività didattiche. Unica eccezione resta la scuola media Antonelli; le 21 classi complessive sono state però già sistemate in tre plessi, rispettivamente sette  presso la scuola “Foscolo”, altrettante in via Rubicone e a Colle Pineta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficiale la settimana corta e riscaldamento a 19 gradi nelle scuole pescaresi

IlPescara è in caricamento