Rimossa una lapide fascista dal Municipio di Salle [FOTO]

Il sindaco Morante: "In un luogo istituzionale, nel luogo della democrazia, non ci può stare una lapide rimessa 6 anni fa che ringrazia Benito Mussolini. Al suo posto metteremo una copia originale della Costituzione del 1947"

Rimossa, dal Municipio di Salle, una lapide fascista degli anni '30 su cui erano state scritte parole di ringraziamento al Duce nei confronti del suo operato. Ecco che cosa ha detto il sindaco Davide Morante:

"In un luogo istituzionale, nel luogo della democrazia, non ci può stare una lapide rimessa 6 anni fa che ringrazia Benito Mussolini. Al suo posto, all'ingresso del Comune, metteremo una copia originale della Costituzione del 1947, e ricordo a tutti che i valori della Costituzione per oltre 20 anni furono oppressi proprio dal fascismo".

La lapide, infatti, fu scovata in un magazzino e murata volutamente dentro il Comune dalla precedente amministrazione. Il primo cittadino ha poi proseguito:

"Ci fosse sempre stata, questa lapide, si poteva aprire ben altro dibattito, ma penso che ora sarà ricollocata nel nostro museo per raccontare la nostra storia. Non può rimanere in Comune, nella casa della democrazia: era uno degli impegni che avevo assunto da candidato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • La cabina di regia mette l'Abruzzo in zona rossa, c'è l'annuncio di Speranza

Torna su
IlPescara è in caricamento