Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

Chiavaroli (Ambiente spa) sul conferimento dei rifiuti: "Ora rafforzare sanzioni per i comportamenti sbagliati"

Il presidente di Ambiente spa, Ricardo Chiavaroli, risponde a Odoardi di Rifiuti Zero Abruzzo, parlando di Pescara come città pulita: "Rafforzare anche la collaborazione della maggioranza dei cittadini attenti e corretti"

«Bene ha fatto Giancarlo Odoardi di Rifiuti Zero Abruzzo, da cittadino attento e responsabile, a segnalare alcuni casi di errato e incivile conferimento di rifiuti nei contenitori siano essi cestini o cassonetti nella città di Pescara e che conosciamo perché svolgiamo una attività capillare di controllo e intervento. E altrettanto bene ha fatto a chiarire che la responsabilità non può essere addebitata ad Ambiente spa e in generale all’amministrazione comunale».
Risponde così Ricardo Chiavaroli, presidente di Ambiente spa, alle situazioni segnalate da Odoardi.

«Ciò detto», aggiunge Chiavaroli, «e senza rifuggire dalle mie e nostre responsabilità, devo innanzitutto chiarire che non si può genericamente parlare di città sporca in ogni angolo, anzi credo che le attività di pulizia, ritiro rifiuti, gestione delle aree di conferimento sia a livelli (certo migliorabili come ogni attività umana) sicuramente molto buoni soprattutto se confrontati con alte citta delle stesse dimensioni e caratteristiche di Pescara soprattutto durante un elevato afflusso turistico estivo».

Poi il presidente di Ambiente spa prosegue: «Colgo l’occasione per ricordare che come in qualsiasi giornata festiva gli operatori di Ambiente spa, che ringrazio sempre per il loro senso del dovere, sono stati al lavoro con tre turni che coprono le 24 ore e hanno svolto non solo le loro attività ordinarie ma hanno realizzato in aggiunta interventi speciali in alcune zone della città come hanno testimoniato con foto e video i cittadini della zona centro e della zona Zanni di Pescara. Interventi volti proprio a intervenire contro forme incivili e sbagliate della gestione dei rifiuti, fenomeno che peraltro aumenta di intensità nei fine settimana».

Questa la conclusione di Chiavaroli: «Colgo l’occasione per riaffermare che la gestione dell’intero ciclo rifiuti è basata prima ancora che sulla doverosa repressione dei comportamenti errati, proprio sulla collaborazione di ognuno di noi cittadini e a tale proposito, infatti, in occasione del rafforzamento delle attività di ritiro porta a porta in città, la nostra azienda, da un lato, ha già predisposto l’avvio di una ulteriore campagna di informazione e, dall’altro, oltre a incrementare il numero di operatori ecologici e di mezzi moderni presenti sul territorio, avvierà un servizio di guardie ambientali che avranno il compito di affiancare i cittadini e dove necessario di procedere anche alle relative sanzioni (come già avviene anche oggi con il prezioso supporto dei Vigli Urbani e delle telecamere che abbiamo installato in molte zone) per i comportamenti volontariamente sbagliati e dannosi che spero tuttavia i cittadini ridurranno volontariamente sempre di più».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiavaroli (Ambiente spa) sul conferimento dei rifiuti: "Ora rafforzare sanzioni per i comportamenti sbagliati"
IlPescara è in caricamento