rotate-mobile
Attualità

Nel 2023 la differenziata arriva in centro e a Porta Nuova: per le festività si punta ad un potenziamento dei servizi di raccolta e pulizia

A fare il punto è il presidente della commissione Ambiente Ivo Petrelli che avanza le sue richieste ad Ambiente in vista delle molte presenze che nel periodo natalizio si prevedono in città: ecco come ci si organizzerà

Gestire h24 il servizio di pulizia delle strade e rimozione dei rifiuti per tutto il periodo festivo e cioè da domani sabato 17 dicembre e fino al 6 gennaio. E' quello che il presidente della commissione comunale ambiente Ivo Petrelli ha chiesto di garantire alla governance operativa di Ambiente spa, ottenendo una risposta positiva, alla luce del fatto che, nei prossimi giorni, si stimerà una presenza quotidiana in città di almeno 300mila persone e questo si tradurrà in un aumento esponenziale, sottolinea, dei rifiuti da raccogliere e smaltire. Una richiesta avanzata al termine dell'ultima commissione cui ha preso parto proprio il direttore di Ambiente Massimo Del Bianco insieme al responsabile del servizio Mauro Di Lanzo.

“Di fatto a partire da domani, Pescara diventerà il cuore commerciale della regione, con migliaia di persone che si riverseranno sul capoluogo adriatico per lo shopping, per una passeggiata, o anche per assistere agli eventi del Natale promossi dall’amministrazione comunale – spiega Petrelli -. Ovviamente l’aumento della popolazione presente significa anche un aumento esponenziale della quantità dei rifiuti che verrà prodotta e che puntualmente ci ritroveremo a dover raccogliere e smaltire. Che presuppone, a questo punto, una mobilitazione ventiquattro ore su ventiquattro di tutto il personale potenzialmente disponibile della società Ambiente Spa per fronteggiare una presenza quotidiana sulla città di almeno 300mila persone”.

Ambiente da parte sua spiega che la pulizia sarà assicurata nelle strade e nei mercati ogni giorno così come già è ora con 200 unità di personale impiegate. Nei giorni di festa, come il 25 dicembre o il primo gennaio, che peraltro cadono di domenica, ci saranno i tipici servizi domenicali, con circa 55 operatori dislocati sul territorio. Il lunedì 26 dicembre il personale in servizio raddoppierà, per cui saranno100 gli operatori a lavori suddivisi in cinque squadre da 25 persone assegnate solo alla raccolta differenziata di quelle tipologie di pattume che vengono ritirate una sola volta a settimana, ossia il secco, la plastica e l’alluminio, il vetro e la carta, a seconda del calendario delle singole vie, proprio per non causare un disagio alle famiglie che poi si ritroverebbero a dover cumulare due settimane di pattume dentro casa o sui balconi, dunque semplicemente non verrà raccolta la frazione umida dei rifiuti, ove prevista il 26 dicembre, che in tutte le zone beneficia di tre raccolte settimanali. Tale scelta dipende anche dalla chiusura degli impianti di conferimento finale, che dunque impone ad Ambiente di stoccare nei propri cassoni i rifiuti in attesa di poterli trasportare negli impianti di conferimento. Un’altra squadra verrà destinata alla sola raccolta dei rifiuti ingombranti che puntualmente nei giorni di festa vanno ad accatastarsi in vari angoli del territorio, mentre per il 26 dicembre e il 6 gennaio è già stata prevista un’operazione straordinaria di lavaggio delle aree tutt’attorno ai cassonetti nelle vie del centro. Ovviamente tutti i cittadini verranno debitamente allertati di tali disposizioni attraverso la distribuzione capillare di avvisi che nei prossimi giorni verranno lasciati in ogni abitazione.

Particolare attenzione fa sapere la società, sarà riservata alle strade della movida per cui Petrelli ha chiesto di potenziare il numero degli addetti allo spazzamento e alla raccolta dei rifiuti eventualmente sparsi sulla piazza non solo nelle giornate post-concerti del 31 dicembre o del primo gennaio, ma da domani sino al 6 gennaio 2023. “Siamo certi che il nostro appello verrà puntualmente raccolto da Ambiente”, dichiara ancora Petrelli che coglie l'occasione anche per ricordare alcune novità nella raccolta differenziata per il 2023. “Nei primi mesi del nuovo anno partirà infatti ufficialmente l’estensione del servizio agli ultimi due quartieri rimasti, ovvero il quadrilatero centrale e Porta Nuova, circa 55mila famiglie in tutto, sperimentando nuove modalità di conferimento, ovvero evitare quanto più possibile l’utilizzo di singoli mastelli di vario colore e dotare i cittadini dei sacchetti per la carta, come già oggi avviene a Villa del Fuoco, e di buste biodegradabili per l’umido, in modo che il cittadino a tarda notte si limiterà a lasciare fuori il portone la busta anziché il bidoncino di plastica, tagliando di fatto i tempi del ritiro per ciascun operatore. Per plastica, alluminio e vetro si sta invece ipotizzando su tutto il quadrilatero centrale l’installazione, in 20 postazioni differenziate, di nuove campane informatizzate da 3 metri cubi, dunque più piccole di quelle attualmente in uso, in cui sarà il cittadino a gettare il proprio pattume.

"L’obiettivo dell’amministrazione comunale - conclude - è di arrivare rapidamente alla soglia target del 65 per cento di raccolta differenziata dei rifiuti entro i primi mesi del 2023 partendo dall’attuale 49,99 per cento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2023 la differenziata arriva in centro e a Porta Nuova: per le festività si punta ad un potenziamento dei servizi di raccolta e pulizia

IlPescara è in caricamento