Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Green Game, tre istituti Pescaresi alla finale del Campionato nazionale sul riciclo

Il quiz che è in realtà un progetto di educazione ambientale organizzato dai consorzi nazionali del settore è giunto alla decima edizione: alla finale di Roma quattro classi del liceo Galilei di Pescara, dell'istituto Alessandrini di Montesilvano e dell'istituto Luca Da Penne-Mario Dei Fiori della città vestina

Quattro classi di tre istituti Pescaresi alla finale del Campionato nazionale sul riciclo “Green Game” giunto alla decima edizione. La finale si terrà a marzo a Roma e a rappresentare il nostro territorio saranno il licelo Galilei con le classi 2C SA e 2I, l'istituto Alessandrini di Montesilvano con la 1A di grafica e l'istituto Luca Da Penne-Mario Dei Fiori con la 1B di scienze applicate.

Il quiz che con il gioco promuove l'educazione alla tutela dell'ambiente è stato ideato dieci anni fa dai consorzi nazionali per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi. Si tratta di un progetto didattico nato con l'obiettivo di affiancare ragazzi e docenti nell'educazione ambientale così da sensibilizzare i “futuri cittadini” sulle buone norme della raccolta differenziata.

Centosessanta gli istituti italiani che parteciperanno alla decima edizione del “Green Game Digital”. La sfida finale per il titolo di Campione nazionale Green Game 2022-2023 si terrà a Roma a marzo così come quella del “Green game in presenza” riservato però alle solo scuole di Basilicata e Molise.

“Dieci anni di Green Game rappresentano per noi consorzi un gran successo – dichiarano gli stessi congiuntamente -. Nelle tante edizioni svolte, sia locali che nazionali, abbiamo incontrato migliaia di studenti e insegnanti e visto con i nostri occhi quanto i temi della sostenibilità e del riciclo dei materiali siano sentiti e sempre più radicati, anche nei programmi scolastici. Essere stati pionieri in tal senso ci rende orgogliosi del lavoro fatto. I consorzi nazionali per il riciclo degli imballaggi in alluminio, acciaio, carta e cartone, plastica, bio plastica e vetro, sono al fianco delle amministrazioni locali non soltanto per garantire l’avvio a riciclo dei rifiuti raccolti tramite raccolta differenziata, ma anche per promuovere e divulgare i principi cardine dell’economia circolare”, sottolineano Cial Comieco, Corepla, Coreve, Ricrea e Biorepack.

Tecnologie interattive e sana competizione sono gli ingredienti che in questi anni lo hanno reso un format di successo. Gli esperti formatori di Peaktime, agenzia produttrice del format, introducono ai ragazzi i temi principali del progetto, attraverso una lezione dinamica, che utilizza il linguaggio dei giovani. Al termine, le classi misureranno le proprie conoscenze rispondendo ai quesiti che verteranno sugli argomenti toccati dal relatore. Lavoro in team, attenzione prestata durante la lezione e tempo di risposta faranno la differenza.

Green Game per il valore didattico, etico e formativo è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica, da Regione Basilicata e da Regione Molise e tutte le scuole italiane possono parteciparvi gratuitamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Game, tre istituti Pescaresi alla finale del Campionato nazionale sul riciclo
IlPescara è in caricamento