"Restiamo liberi", in piazza Salotto la manifestazione contro la legge sull'omofobia: "Un ddl liberticida"

Il 12 luglio Sentinelle in Piedi e Pro Vita lanciano la manifestazione contro la legge sull'omotransfobia, attualmente in discussione in parlamento

Si terrà domenica 12 luglio in piazza Salotto dalle 21 la manifestazione di protesta "Restiamo Liberi" organizzata da Sentinelle in Piedi e Pro Vita contro la legge sull'omotransfobia che attualmente è in discussione in parlamento. In cento città italiane si chiederà uno stop alla legge definita dagli organizzatori liberticida, con l'istituzione del reato di omotransfobia che però non sarebbe inquadrato dal legislatore, lasciando spazi enormi di interpretazione secondo il movimento.

In caso di approvazione del testo, sarà possibile per chi gestisce una palestra vietare, ad un uomo che si “si sente donna”, l’ingresso nello spogliatoio delle donne? Sarà possibile per un genitore chiedere che il figlio non partecipi ad attività scolastiche inerenti temi sensibili sulla sessualità se sono realtà che gravitano nel mondo cosiddetto Lgbt? Sarà ancora possibile per un sacerdote insegnare la visione cristiana del matrimonio? Sarà possibile dire pubblicamente che la pratica dell’utero in affitto è un abominio o dirsi contrari alla legge sulle unioni civili?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli organizzatori scenderanno in piazza per la libertà d'espressione, di educazione, di stampa, di associazione e libertà religiosa, in silenzio e mantenendo due metri di distanza, leggendo un libro o con un bavaglio in bocca a testimonianza della volontà di silenzio imposta dalla legge. Inoltre, gli organizzatori non risponderanno ad alcuna provocazione in quanto scendono in piazza la libertà di tutti, compresi coloro che li contesteranno. La manifestazione, lo ricordiamo, da giorni è oggetto di polemiche e critiche politiche soprattutto da parte del centrosinistra che contesta la decisione dell'amministrazione comunale di concedere piazza Salotto dopo il rifiuto di concessione di piazza Primo Maggio all'Abruzzo Pride.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Malore nel bagno di un autogrill sull’A14, muore un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento