rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Attualità

Rc auto: nuovi aumenti in provincia di Pescara e peggioramenti della classe di merito

Circa 16mila automobilisti abruzzesi assisteranno a un aumento del premio assicurativo e peggioramento della propria classe di merito

Circa 16mila automobilisti abruzzesi assisteranno a un aumento del premio assicurativo e peggioramento della propria classe di merito. Il dato emerge dall’analisi di un campione di oltre 15mila preventivi raccolti in Abruzzo su Facile.it tra novembre e dicembre 2023.

«La tendenza al rialzo non sembra mostrare segni di rallentamento», spiega Andrea Ghizzoni, managing director Insurance di Facile.it. «L’inflazione, che nel nostro Paese rimane ancora su livelli elevati, gioca un ruolo chiave sia sul costo di riparazione delle auto sia sul costo medio dei sinistri, fattori che inevitabilmente pesano sull’aumento delle tariffe Rc auto. In un contesto caratterizzato da continui incrementi, quindi, confrontare le offerte presenti sul mercato è indispensabile per risparmiare e contrastare futuri rincari.».

A livello regionale il 2,22% degli automobilisti abruzzesi ha dichiarato un incidente con colpa, percentuale che risulta essere leggermente più bassa rispetto a quella nazionale (2,33%).

Analizzando il campione su base provinciale emerge che Chieti è la provincia abruzzese che ha registrato la percentuale più alta di guidatori che, nel 2023, hanno denunciato un sinistro con colpa (2,62%) e che, quindi, vedranno peggiorare la propria classe di merito e, di conseguenza, salire il costo dell’Rc auto. Seguono nella graduatoria L’Aquila (2,43%) e Pescara (1,96%). Chiude la classifica Teramo, area dove in percentuale sono stati denunciati alle assicurazioni meno incidenti con colpa (1,79%).

Sempre a Pescara quest’anno per assicurare un veicolo occorreranno in media 555,27euro, per un aumento totale del 27,5%. Anche se il premio, rispetto allo scorso anno, è aumentato ed è il più alto in Abruzzo, la provincia di Pescara ha conosciuto l’incremento minore rispetto alle altre.

A peggiorare la propria classe di merito sarà il 2,45% del campione femminile abruzzese e il 2,09% di quello maschile.  

Analizzando, invece, la professione dell’assicurato emerge come i liberi professionisti siano risultati essere la categoria che, in percentuale, hanno dichiarato con più frequenza un sinistro con colpa (3,12%) e che quindi vedranno aumentare il premio Rc auto; seguono i disoccupati (2,61%). Di contro, sono gli appartenenti alle forze armate coloro che, sempre percentualmente, hanno dichiarato nel corso del 2023 meno sinistri con colpa (1,30%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rc auto: nuovi aumenti in provincia di Pescara e peggioramenti della classe di merito

IlPescara è in caricamento