menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rancitelli, il comitato di quartiere incontra i vertici dei carabinieri di Pescara

Sabato 22 giugno il comitato di quartiere di Rancitelli ha tenuto un incontro pubblico, aperto ai cittadini, con il comandante provinciale colonnello Riscaldati e con il comandante della compagnia di Pescara capitano Di Mauro

Un incontro con i residenti del quartiere Rancitelli per discutere della questione sicurezza, degrado e criminalità. Sabato 22 giugno il comitato di quartiere ha organizzato l'incontro con i vertici locali dei carabinieri, alla presenza del comandante provinciale colonnello Riscaldati e del comandate della compagnia di Pescara capitano Di Mauro.

Durante l'incontro, i carabinieri hanno spiegato il funzionamento del pattugliamento sul territorio da parte dell'Arma, considerando che in molti hanno dichiarato di percepire poca sicurezza lungo le strade e nei luoghi di aggregazione. Il colonnello Riscaldati ha sottolineato come ci sia una certa differenza fra la percezione di sicurezza da parte dei cittadini e la reale situazione del quartier ee della città, aggiungendo che i militari puntano al controllo delle persone che attraversano il quartiere e non al controllo semplice e sterile di tutte le strade e piazze.

La discussione si è poi spostata sul tema delicato degli abusivi nelle case popolari, ed i carabinieri hanno ricordato che spesso il problema degli sfratti è frutto di un vuoto normativo importante che non può essere colmato solo con le operazioni di pubblica sicurezza delle forze dell'ordine.

Riscaldati poi ha aggiunto:

"Non si può aspettare di intervenire sull’effetto ma bisogna intervenire sulle cause, ma dopo trent’anni è molto difficile. Bisogna ripartire innanzitutto da interventi di carattere sociale, coinvolgere i servizi sociali, le scuole, i presidi attivi sul territorio, per creare una sinergia tra gli attori del lungo processo di riqualificazione, non si può fare solo attività di repressione, le forze dell’ordine sono le ultime a dover intervenire"

Molti cittadini hanno presentato denunce e richieste d'intervento, con i militari che hanno spiegato come, in molti casi, siano illeciti di tipo amministrativo oppure a carico di soggetti già noti ed attenzionati per le indagini di polizia giudiziaria.

Il comitato infine ha commentato:

I residenti hanno accolto con grande emozione la visita di Riscaldati e di Di Mauro che hanno confermato la presenza attiva dell’Arma dei Carabinieri sul territorio ormai da mesi; una testimonianza di prossimità ai cittadini che ci dimostra che i Carabinieri non svolgono solo attività di repressione ma si impegnano in prima persona per rinsaldare quel rapporto fiduciario che si è interrotto tra il cittadino e le forze di polizia ed eliminare quella percezione di insicurezza che oggi i cittadini vivono

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pescarese semina il caos a "La Zanzara" di Radio 24: "Non farò il vaccino e sono pronto a difendere la mia libertà anche con le armi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento