rotate-mobile
Attualità

Il saluto del questore Liguori che lascia Pescara e la polizia dopo 38 anni di servizio

Piccola cerimonia nella questura di Pescara per il saluto del questore Luigi Liguori che lascia il capoluogo adriatico dopo 36 mesi

Il questore Luigi Liguori si appresta a lasciare Pescara dopo 38 mesi di attività svolta sotto la sua direzione dalla polizia.
E nella mattinata di martedì 30 gennaio, nell’area benessere della questura, si è tenuta la cerimonia di commiato.

Il questore Liguori ha ringraziato tutti: i cittadini, le maestranze, le istituzioni, per la disponibilità e la collaborazione prestata.

«I positivi risultati conseguiti», si legge in una nota, «che gli consentono di affermare che lascia una città sicura, sono frutto di una fondamentale sinergia tra le varie forze di polizia e i vertici delle istituzioni». Il questore ha espresso gratitudine e il proprio ringraziamento a tutto il personale della polizia per lo straordinario impegno, certo che continuerà a operare per garantire la sicurezza dei cittadini mantenendo alta l’immagine e il prestigio della polizia, e con l’auspicio, da parte sua, che si faccia sempre meglio.

Questo il messaggio di saluto del questore Luigi Liguori: «Cari “Colleghi,” carissimi cittadini della bella provincia di Pescara, dopo 36 mesi lascio l’incarico di Questore e dopo 38 anni il servizio attivo nella polizia di Stato. Ringrazio coloro che – ciascuno nel proprio ambito e funzioni- hanno condiviso con me quest’ultimo tratto del mio percorso professionale e tutti e ciascuno di quelli con cui dal lontano 1986 a oggi ho potuto condividere la straordinaria esperienza professionale e umana del servizio alla comunità e nel contrasto al crimine. Il motivo dominante del mio percorso professionale sempre e a qualsiasi costo è stato sempre orientato a "essere" piuttosto che a "arrivare" senza essere. Serbo gelosamente il ricordo, la stima e la fiducia dei tanti che ho avuto la fortuna di aiutare e chiedo scusa alla mia famiglia e ai miei affetti che a volte ho trascurato. Spero con la mia condotta pubblica e privata di lasciare un buon ricordo e un patrimonio di prassi amministrativa nei vari settori dei quali mi sono occupato. Auguro a me un futuro di buon cittadino e rivolgo un abbraccio ideale ai miei funzionari e a tutti gli operatori della polizia con l’invito a migliorare costantemente l’efficienza dei servizi nell’esclusivo interesse della comunità.

Saluto questore Luigi Liguori Pescara

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il saluto del questore Liguori che lascia Pescara e la polizia dopo 38 anni di servizio

IlPescara è in caricamento