rotate-mobile
Attualità

Artigiani in prima fila per sostenere la vendita delle uova di Pasqua Ail: diventano così "Punti SolidAil"

Confesercenti, Confcommercio e Confartigianato al fianco dell'Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mielomi e Padovano annuncia: "Nasce la nazionale dei balneari con tanti ex calciatori. Prima partita del Cuore a Pescara in favore dell'Ail"

Si chiama “Punti SolidAil” e sono quelli in cui si potranno acquistare le uova di Pasqua dell'Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mielomi) dandole così, a lei ma sopratutto alle persone di cui si occupa, un sostegno concreto.

La nuova iniziativa è stata presentata nella Casa Ail di Pescara insieme alle associazioni di categoria di Pescara e Chieti che vuol allargarsi sempre di più e che per quest'anno vede già l'adesione di 25 commercianti artigiani pronti a mettere in vendita direttamente nei loro negozi le uova Ail. L'appello della presidente Antonella De Angelis, della presidente Confesercenti Marina Dolci, del presidente di Confcommercio Riccardo Padovano, del presidente di Confartigianato Giancarlo Di Blasio e del direttore Fabrizio Vianale, è quindi a tutti gli altri perché facciano la stessa cosa. L'occasione per Padovano anche per annunciare la nascita della nazionale di calcio balneatori, essendo tanti ex campioni oggi proprio titolari di stabilimenti, e la prima partita del Cuore che si terrà a Pescara e proprio in favore dell'Ail.

Come ogni anno le uova di Pasqua Ail, ovviamente, potranno essere acquistate anche nelle piazze, nei centri commerciali e davanti alle chiese di tutta Italia in particolare dal 15 al 17 marzo. 

Le associazioni di categoria hanno ribadito pieno sostegno e hanno proposto altre iniziative lodevoli a favore di Casa Ail, che ospita i pazienti e i loro familiari in cura al reparto di Ematologia di Pescara, come una partita del cuore e la costituzione di una rete di artigiani pronti a sostenere la manutenzione della struttura di via Rigopiano.

“In questi anni, la nostra Casa che ospita fino a 22 pazienti con i loro familiari, ha accolto 46mila persone – spiega De Angelis -. La campagna delle uova di Pasqua, così come quella delle Stelle di Natale, serve a sostenere le spese di Casa Ail e la ricerca scientifica, avendo acquistato e donato alla Asl e all’Università di Chieti, il CliniMacs Prodigy, uno strumento per la manipolazione delle Cart-TI, che servono a neutralizzare le cellule dei tumori del sangue e non solo. Siamo davvero felici della solidarietà dimostrata dalle categorie e ringrazio i presidenti Dolci, Padovano e Di Blasio per la generosità e per la risposta dei loro associati”.

“Da anni collaboriamo con l’Ail e siamo sempre molto colpiti da Casa Asl che accoglie tantissimi pazienti - aggiunge Dolci -. Tanti di noi hanno vissuto nella loro storia familiare delle situazioni di malattia e siamo vicini a coloro che attraverso la struttura ricevono sostegno e speranza di guarigione. Per questo motivo abbiamo deciso come Confesercenti di aprire ai 'Punti SoliAil', sostenendo con la campagna delle uova di Pasqua, Casa Ail e la ricerca. Un plauso ai volontari che lavorano incessantemente a queste iniziative, alla presidente De Angelis e al fondatore della Casa Domenico Cappuccilli”.

“Oltre a sostenere la campagna Punti SolidAil – sottolinea Padovano - come Confcommercio stiamo organizzando la nazionale di calcio dei balneari, perché alcuni ex calciatori sono titolari di stabilimenti come Cabrini, Buffon, Gelsi, Camplone, Di Francesco e tanti altri. Disputeremo la prima Partita del Cuore allo stadio San Marco di Pescara e in questa occasione faremo una raccolta a favore dell’Ail. Questa è solo una delle prime iniziative che vogliamo mettere in campo a favore di un’associazione che tanto si spende per le persone affette dalle malattie del sangue. Lanciamo un appello anche a tutti gli imprenditori, affinché possano contribuire concretamente alle attività dell’Ail e alla ricerca”.

“Vogliamo sostenere anche quest’anno la campagna dell’Ail inserendo la nostra sede di Confartigianato, in piazza Garibaldi 42/6, come punto di vendita delle uova di Pasqua – dice infine Di Blasio –. Abbiamo anche pensato di formare una rete di nostri associati che denomineremo 'Artigiani SolidAil', per supportare la manutenzione di Casa Ail. Questo permetterà all’associazione di risparmiare sulla gestione dell’innovativa struttura che sostiene in maniera eccellente i pazienti e i familiari di ematologia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artigiani in prima fila per sostenere la vendita delle uova di Pasqua Ail: diventano così "Punti SolidAil"

IlPescara è in caricamento